cresci!

Ieri, al nostro incontro, ancora online, del nostro facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato di come possiamo, nella pratica, seguire il nostro suggerimento di crescere, con un acronimo, che abbiamo costruito insieme per l’imperativo CRESCI!

Prima abbiamo fatto un po’ di esempi, ognuno con i suoi problemi, e abbiamo visto se a quali personalità e bisogni erano legate, per caso abbiamo avuto uno legato alla personalità bambino, bisogno di sicurezza, uno legato alla personalità adulta, bisogno di protagonismo e uno legato alla personalità genitoriale e al bisogno di prendersi cura di altri.  Il nostro acronimo è utile in tutti e tre i casi:

C Per iniziare dobbiamo usare tutta la nostra curiosità per trovare delle conoscenze che possano esserci utili, per fare chiarezza e avere la consapevolezza del fatto che siamo più di quanto pensiamo perchè se abbiamo un problema è perchè una parte di noi è già cresciuta e un’altra ancora no.

R La R sta per realismo e responsabilità perchè i maggiori nemici della nostra crescita sono l’idealismo, che ci impedisce di vedere quali reali posssibilità abbiamo e il vittimismo, che ci fa pensare solo alle cose che non possiamo fare e ci nasconde quelle che possiamo.

E La E sta per evolversi, per non dare per scontato che tutto sia sempre nel nostro futuro come era stato nel nostro passato, perciò per poter crescere dobbiamo darci il permesso per esperimentare cose nuove, che alcune andranno bene e altre andranno male, ma potremo imparare.

Seri, al nostro incontro, ancora online, del nostro facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato di come possiamo, nella pratica, seguire il nostro suggerimento di crescere, con un acronimo, che abbiamo costruito insieme per l’imperativo CRESCI!

C La seconda C sta per creare, per crescere dobbiamo creare qualcosa di nuovo, con costanza e con dei momenti di controllo, per vedere che le cose stiano andando come vogliamo. Possiamo cercare delle nuove conoscenze, allenare delle capacità, ecc.

I Per finire, la I sta per immaginazione, che è la miglior porta da cui può uscire la nostra individualità, perchè crescere vuol dire trovare il nostro spazio, il nostro modo, il nostro contributo per migliorare il mondo.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a partecipare ai nostri eventi, e a non smettere mai di crescere, di fare domande, di metterci in gioco e di imparare cose nuove. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Se prendete la vostra felicità e la mettete nelle mani di un'altra persona, prima o poi quella persona la distruggerà.

 

Modelli di famiglia (2001)

Modelli di famiglia (2001)

Questa settimana, ho letto di nuovo un libro di Giorgio Nardone, Modelli di famiglia, un libro meraviglioso sui rapporti all’interno delle famiglie e sui loro sviluppo e come condiziona la vita di ogni uomo, di ogni donna, dei genitori, e dei figli, sia all’interno della famiglia che all’esterno nei rapporti con gli altri.

i minatori

i minatori

Dicono che c’era una volta un maestro molto amato dai bambini per le sue spiegazioni e per i suoi esempi, spesso preferivano ascoltare le sue storie anche durante la ricreazione, invece di giocare a pallone. Un giorno i bimbi parlavano di potere e gli chiesero chi erano le persone più potenti in assoluto.

Basta dirlo (2021)

Basta dirlo (2021)

Anche questa settimana, ho letto un libro di Wayne Dyer,  questa volta è stato un libro di cui avevo visto un documentario perchè hanno fatto anche il DVD: Il cambiamento. Dall’ambizione al senso della vita. Viaggio spirituale alla ricerca dello scopo dell’esistenza.

Croce e delizia

Croce e delizia

Q
uesta settimana ho dovuto fare un po’ di riposo e ho trovato il tempo per vedere un film che avevo in lista da qualche anno perchè troppo lungo, Interstellar con Matthew McConaughey. E, anche se è un po’ lento mi ha toccato nel profondo è proprio piaciuto moltissimo il finale.