cresci!

02 Jun 21

Ieri, al nostro incontro, ancora online, del nostro facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato di come possiamo, nella pratica, seguire il nostro suggerimento di crescere, con un acronimo, che abbiamo costruito insieme per l’imperativo CRESCI!

Prima abbiamo fatto un po’ di esempi, ognuno con i suoi problemi, e abbiamo visto se a quali personalità e bisogni erano legate, per caso abbiamo avuto uno legato alla personalità bambino, bisogno di sicurezza, uno legato alla personalità adulta, bisogno di protagonismo e uno legato alla personalità genitoriale e al bisogno di prendersi cura di altri.  Il nostro acronimo è utile in tutti e tre i casi:

C Per iniziare dobbiamo usare tutta la nostra curiosità per trovare delle conoscenze che possano esserci utili, per fare chiarezza e avere la consapevolezza del fatto che siamo più di quanto pensiamo perchè se abbiamo un problema è perchè una parte di noi è già cresciuta e un’altra ancora no.

R La R sta per realismo e responsabilità perchè i maggiori nemici della nostra crescita sono l’idealismo, che ci impedisce di vedere quali reali posssibilità abbiamo e il vittimismo, che ci fa pensare solo alle cose che non possiamo fare e ci nasconde quelle che possiamo.

E La E sta per evolversi, per non dare per scontato che tutto sia sempre nel nostro futuro come era stato nel nostro passato, perciò per poter crescere dobbiamo darci il permesso per esperimentare cose nuove, che alcune andranno bene e altre andranno male, ma potremo imparare.

Seri, al nostro incontro, ancora online, del nostro facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato di come possiamo, nella pratica, seguire il nostro suggerimento di crescere, con un acronimo, che abbiamo costruito insieme per l’imperativo CRESCI!

C La seconda C sta per creare, per crescere dobbiamo creare qualcosa di nuovo, con costanza e con dei momenti di controllo, per vedere che le cose stiano andando come vogliamo. Possiamo cercare delle nuove conoscenze, allenare delle capacità, ecc.

I Per finire, la I sta per immaginazione, che è la miglior porta da cui può uscire la nostra individualità, perchè crescere vuol dire trovare il nostro spazio, il nostro modo, il nostro contributo per migliorare il mondo.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a partecipare ai nostri eventi, e a non smettere mai di crescere, di fare domande, di metterci in gioco e di imparare cose nuove. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ma cosa facciamo, in genere, quando abbiamo un sentimento negativo? "È colpa sua. Deve cambiare". No! Il mondo è a posto. Chi deve cambiare siete voi.

L come libertà (di opinione)

L come libertà (di opinione)

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo e un tema di cui si parla molto in questi giorni è la libertà di espressione, di opinione, che molti pensiamo stia sparendo di nuovo per mano di quelli che fino a poco fa la chiedevano a grandi voci. Quando erano loro a non poter dire quello che pensavano, a essere perseguitati per le loro idee e a essere “contro-corrente”.

rimedio contro la morte

rimedio contro la morte

Dicono che c’era una volta, all’epoca del Buddha, una donna a cui morì il suo unico figlio. La donna era disperata, non riusciva a lasciare che lo seppellissero, convinta che ci fosse un errore, il giorno prima stava bene e quello dopo non si era svegliato.

S come sfortuna e sfida

S come sfortuna e sfida

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo che abbiamo raccolto insieme nei nostri incontri facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, è sfortuna, sfiga, sventura. È una parola da evitare perchè è una trapola in cui nasconderci quando non vogliamo cambiare.