sbagliando si impara

Spesso parliamo di come, in questo momento storico, in cui ci ha toccato vivere, stiamo presenziando la fine di un’epoca, come dice Sibaldi, la nostra civilizzazione occidentale sta morendo e non ci ripaga nemmeno quando facciamo quel che ci chiede. Alla fine viviamo in un continuo susseguirsi di paradossi e spesso ci sembra di non capire più nulla, quello che ieri funzionava oggi non funziona più e niente è come ci avevano promesso.

La buona notizia è che un mondo che sta cambiando offre molte possibilità e, se capiamo bene come sta cambiando, possiamo imparare a sfruttarle. Ci sono mille cose che non funzionano più come prima, che non funzionano come ci hanno spiegato, ma funzionano, funzionano in un modo diverso. Non tutto è perso. Come si sono chiuse molte porte altre si aprono.

Ma, come sempre, bisogna avere il giusto atteggiamento, secondo me, con la sua dose di ottimismo possitivo e di realismo funzionale, in cui tre aspetti più importanti potrebbero essere:

  • Umiltà: il primo nemico del nostro apprendimento è credere di sapere, se cerchiamo solo di confermare le nostre idee, i nostri giudizi e le nostre proiezioni, ci impedirà di imparare niente;
  • Fiducia: il secondo è il pensiero negativo, vedere tutto nero, vedere solo il rovescio della medaglia, le cose negative fanno spesso più rumore, e non ci lasciano vedere le possibilità che ci sono sempre;
  • Coraggio: il terzo nemico è la paura, la paura di non riuscire a trovare le strade, di non riuscire, che sia troppo tardi, che non valga la pena…

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a comprendere che com’è vero che il nostro mondo sta cambiando, e con esso le possibilità, alcune spariscono e altre compaiono, lo è anche che quello a cui prestiamo attenzione diventa il nostro mondo, sia il mondo delle impossibilità che quello delle possibilità. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

1) Il maggior freno al cambiamento è in noi stessi...
2) Le cose non migliorano se non cambi te stesso...
3) C’è sempre nuovo formaggio là fuori, che tu ci creda o no...

 

Il drago dei desideri (2021)

Il drago dei desideri (2021)

Anche questa settimana mi sono guardata una commedia americana, I care a lot, una storia di truffatori, una truffa agli anziani molto più soffisticata del solito, che funziona fino a quando si scontra con qualcuno più forte e più cattivo.

l’erba blu…

l’erba blu…

Dicono che c’era una volta un uomo rimasto vedovo che si trovò da solo a prendersi cura delle sue due figlie, due bambine molto intelligenti e assai curiose, tanto che prima di fare qualsiasi cosa, ponevano mille domande al padre, spesso sembrava si divertissero a metterlo in difficoltà.

Aiutare i genitori ad aiutare i figli (2019)

Aiutare i genitori ad aiutare i figli (2019)

Siccome in questo periodo sto lavorando molto sulla genitorialità, mi sono letta Aiutare i genitori ad aiutare i figli. Problemi e soluzioni per il ciclo di vita,  di Giorgio Nardone. Un bellissimo libro sulla terapia indiretta, in cui i genitori assumono il ruolo decisivo di “coterapeuti” e diventano gli “specialisti” più vicini a cui i figli possono affidarsi.