passato, presente e futuro

04 Jul 18

Questa settimana abbiamo continuato a parlare di accettologia e di cocreazione. E soprattutto di come il nostro passato può aver condizionato il nostro presente ma possiamo sempre rompere la catena del condizionamento impedendoli di condizionare il nostro futuro. Perchè così come ieri fu il prima di oggi, oggi è il prima di domani.

Uno degli errori che spesso comettiamo e ci limitano è quello di confondere i nessi di temporalità e di causalità. Per esempio, il fatto che col tempo e con l’età si tende ad ingrassare, ad essere meno attivi fisica o psicologicamente, ecc. spesso viene letto come qualcosa di legato al tempo o all’età quando in realtà è legato soltanto alle abitudini che coltiviamo.

Quello che siamo è il frutto del nostro passato, dei pensieri, delle parole, delle azioni, delle abitudini, e del carattere che abbiamo forgiato negli anni, più o meno consapevolmente. Spesso si ignora tutto e si considera solo l’effetto del tempo, che non possiamo controllare dimenticando l’effetto di questi aspetti che possiamo controllare, cambiare, gestire, poco a poco o velocemente, a seconda di quanto siamo lontani dai nostri obiettivi…

In qualsiasi situazione ci troviamo, quando facciamo un’analisi approfondita e curiosa della realtà, senza cercare di trarre conclusioni affrettate e mettiamo le cose nelle loro relative posizioni senza giudicarle soltanto per capire meglio e non per dimostrare quello che già sappiamo… possiamo cambiare gli elementi sopra indicati e così cambiare il nostro futuro

Migliorare gli aspetti che desideriamo e diventare sempre più come avremo voluto essere.

Cosa ne pensate? C’eravate all’incontro? Qualcosa da aggiungere?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

1) Il maggior freno al cambiamento è in noi stessi...
2) Le cose non migliorano se non cambi te stesso...
3) C’è sempre nuovo formaggio là fuori, che tu ci creda o no...

 

La palestra dell’autostima (2021)

La palestra dell’autostima (2021)

Questa settimana voglio parlarvi del libro La palestra dell’autostima. Sette passi per conquistare il rispetto che meriti, di Gabrielle Fellus, un libro che insegna e invita a difendersi in ogni situazione, proporzionatamente, da ogni maltrattamento, che sia verbale, mentale o fisico.

il naufrago

il naufrago

Dicono che c’era una volta un naufrago che aveva perso tutto, quando, dopo una terribile tempesta, la nave su cui si trovava era affondata in mezzo al nulla ed al mattino era riuscito a nuotare e a mettersi in salvo su un’isola deserta.

Le stagioni dell’anima (2022)

Le stagioni dell’anima (2022)

Questa settimana voglio parlarvi di un libro di quest’anno, di Sharon M. Koenig, Le stagioni dell’anima. 7 passi per scoprire il senso della tua vita, un libro di spiritualità semplice e pratico, che offre risposte alle domande che ci facciamo sempre di più in questo periodo.

l’imperatore e lo yogi

l’imperatore e lo yogi

Dicono che c’era una volta un grande imperatore che, in viaggio per le sue terre sentì parlare di un monaco che era molto saggio e pensò che gli farebbe comodo averlo con lui a corte e così andò a cercarlo.