rallentare

Questa settimana non c’è stato l’incontro di facciamo pace, per rispettare le direttive per la contenzione del coronavirus.In questi giorni la quarantena decisa dal governo ci sta limitando tanto ma ci sono tante cose che possiamo fare ancora.

Senza entrare nel giudizio della pericolosità del virus, della sua letalità, della sua contagiosità o dell’adeguatezza delle misure guvernamentali, tutte cose che non possiamo controllare, e che non possiamo chiamare problemi ma semplicemente circostanze.

La mia proposta è di approfittare di questo tempo in cui abbiamo l’obbligo di rallentare i nostri ritmi normali e fare tutte le cose che non facciamo mai. Fare il punto della situazione, tirare fuori sogni del cassetto… volete alcuni esempi?

  • avete dei libri da leggere che stanno aspettando un tempo che non riuscite mai a trovare? (se no, e volete qualche idea, qui ne avete più di 150);
  • avete mai voluto imparare o migliorare nel fare qualcosa di creativo, tipo la maglia, scrivere, disegnare, ma non avete mai avuto il tempo necessario per praticare? ci sono tutorial su You Tube di quasi qualsiasi cosa;
  • avete sempre voluto fare space clearing, appliccare i consigli di uno dei libri sul tema di cui abbiamo parlato, tipo Il magico potere del riordino, Fai Spazio nella Tua Vita, o Dan sha ri.
  • volete approfittare per fare il punto della vostra vita, potete partire dalla ruota della vita o, ancora meglio, quella della bestia.

Cosa ne pensate? vi piace l’idea? appena finirà questa quarantena ci vediamo di nuovo, vi aspettiamo!

2 Comments

  1. Stefano

    Mi piace parecchio.

    Reply
    • amorben

      grazie…

      Reply

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Se prendete la vostra felicità e la mettete nelle mani di un'altra persona, prima o poi quella persona la distruggerà.

 

piccole distrazioni

piccole distrazioni

Da inizio settembre mi sono messa a dieta, sono andata da Manuel Turolla, l’autore del libro Il metabolismo intelligente di cui vi avevo parlato. Tra le altre cose, ho smesso di bere cocacola, anche se era zero e di mangiare qualsiasi cosa tra i pasti.

i tre livelli del sè

i tre livelli del sè

Dicono che c’era una volta un saggio insegnante di filosofia, ammirato da tutti i suoi allievi perchè non insegnava solo la storia dei filosofi, ma anche a pensare. Un giorno, quando arrivò in classe i ragazzi erano particolarmente agitati per una frase letta nel bigliettino di un biscotto della fortuna.

La vita davanti a sè (2020)

La vita davanti a sè (2020)

Questa settimana, in questo clima di desunione e di guerra dei poveri mi sono guardata La vita davanti a sè, con una Sofia Loren che arriva al cuore anche alla sua età e un bravissimo Ibrahima Gueye.