10.000 ore

Domenica parlavamo di reinventarsi, di inseguire i propri sogni, di crearsi una vita nuova e di “vendersi” in nuovi mercati. Parlavamo di quanto è difficile misurarsi con chi in questi mercati lavora ma soprattutto con l’ideale che abbiamo in testa.

E mi è venuta in mente la storia delle 10.000 ore. Dicono che chiunque faccia per 10.00 ore un’attività diventa esperto, diventa maestro nella suddetta attività e ottiene dei risultati importanti. La dedicazione e la pratica fanno miracoli. Abbiamo calcolato quanto tempo sarebbero 10.000 ore,  in giorni, in mesi, in anni. Con una dedicazione assoluta, tipo 8 ore al giorno, tutti i giorni potrebbero essere quattro anni, 8 con 4 ore al giorno, 20 con meno di 2 ore al giorno, o con più ore meno giorni a settimana

Un esempio cinematografico molto visuale è la scena di una spia e mezzo in cui The Rock spiega com’è diventato tutto muscolo partendo dal ragazzino cicciotto che era alle medie. Dice  “non ho fatto un granchè, mi sono allenato 6 ore al giorni per gli ultimi 20 anni. Chiunque può farlo.”

 

In 10.000 ore non possiamo non diventare esperti. Come diceva Bohr, esperto è chi ha incontrato tutti i problemi possibili in un certo campo, in una certa materia, in 10.000 ore hai tempo di incontrare problemi, di incontrare soluzioni, di inventare soluzioni… ed è così che sono diventati esperti gli esperti. In 10.000 ore si può studiare, fare, rifare… avete mai provato?

C’è qualcosa a cui avete dedicato 10.000 ore?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Sii scettico, ma impara ad ascoltare. Non credere a te stesso e a nessun altro

Don Miguel RuizDon Miguel RuizIl Quinto Accordo

 

Il drago dei desideri (2021)

Il drago dei desideri (2021)

Anche questa settimana mi sono guardata una commedia americana, I care a lot, una storia di truffatori, una truffa agli anziani molto più soffisticata del solito, che funziona fino a quando si scontra con qualcuno più forte e più cattivo.

l’erba blu…

l’erba blu…

Dicono che c’era una volta un uomo rimasto vedovo che si trovò da solo a prendersi cura delle sue due figlie, due bambine molto intelligenti e assai curiose, tanto che prima di fare qualsiasi cosa, ponevano mille domande al padre, spesso sembrava si divertissero a metterlo in difficoltà.

Aiutare i genitori ad aiutare i figli (2019)

Aiutare i genitori ad aiutare i figli (2019)

Siccome in questo periodo sto lavorando molto sulla genitorialità, mi sono letta Aiutare i genitori ad aiutare i figli. Problemi e soluzioni per il ciclo di vita,  di Giorgio Nardone. Un bellissimo libro sulla terapia indiretta, in cui i genitori assumono il ruolo decisivo di “coterapeuti” e diventano gli “specialisti” più vicini a cui i figli possono affidarsi.

I Care a Lot (2020)

I Care a Lot (2020)

Anche questa settimana mi sono guardata una commedia americana, I care a lot, una storia di truffatori, una truffa agli anziani molto più soffisticata del solito, che funziona fino a quando si scontra con qualcuno più forte e più cattivo.

altre distanze

altre distanze

La settimana scorsa abbiamo parlato delle distanze fisiche tra le persone e del loro rapporto con lo sviluppo delle diverse personalità bambina, adulta e genitoriale. Oggi voglio parlare di altri due tipi di distanze, quelle mentali e quelle emotive.