le conclusioni

29 Dec 20

Ogni anno, un po’ tutti usiamo questi ultimi giorni per fare il punto della situazione, per capire cosa vorremmo cambiare nell’anno nuovo, per scrivere propositi, obiettivi, ecc. Molti durano solo qualche giorno, si dice spesso che per mancanza di forza di volontà ma io credo sia un problema di consapevolezza e di conclusioni.

Vi ricordate quella frase di Gandhi che abbiamo comentato un po’ di tempo fa, quando parlavamo proprio di come scegliere da dove cominciare il nostro cambiamento, quella che ha ispirato uno dei miei dadi

“Bada ai tuoi pensieri perche diventeranno le tue parole. Bada alle tue parole perche diventeranno le tue azioni. Bada alle tue azioni perche diventeranno le tue abitudini. Bada alle tue abitudini perche diventeranno il tuo carattere. Bada al tuo carattere perche diventerà il tuo destino.

Il fatto è che il filo conduttore di questa storia, quello che ci rende ognuno diverso degli altri, quello che poi sta alla base delle nostre credenze, non è tanto quello che ci è successo ma le conclusioni che ci abbiamo tratto e il peso che diamo loro. Perchè per noi diventano la nostra realtà, l’unica verità.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a renderci conto del fatto che l’esistenza di questa differenza fra la nostra realtà e la realtà, fra la nostra verità e la verità è qualcosa che possiamo sfruttare per cambiare il nostro mondo molto più semplice di quelli che usiamo normalmente. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Annusa spesso il formaggio così da sapere quando sta invecchiando

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.