da dove cominciamo?

Spesso, parlando di sviluppo personale e dell’importanza delle parole ci si trova la frase (atribuita maggiormente a Gandhi) “Bada ai tuoi pensieri perche diventeranno le tue parole. Bada alle tue parole perche diventeranno le tue azioni. Bada alle tue azioni perche diventeranno le tue abitudini. Bada alle tue abitudini perche diventeranno il tuo carattere. Bada al tuo carattere perche diventerà il tuo destino.” Per come la vedo io è ancora “ottimizzabile” e in questo post vi spiegherò in che senso e, soprattutto, come farlo.

Allora, prima cosa, secondo me manca un aspetto, le “credenze” alla base della scala. Perchè non siamo del tutto liberi di avere i pensieri che vogliamo. A volte abbiamo dei pensieri che non vorremmo, ognuno di questi è come una spia, una lucina che si accende per farci notare che abbiamo una credenza sottostante. E di conseguenza tutto il resto.

pensieri -> parole -> azioni -> abitudini -> carattere -> destino
credenze

E, comunque, non credo sia del tutto una scala, per anni l’ho rappresentata come un cerchio attorno a noi ma ultimamente credo sia più come una zuppa in cui ribollono tutti questi aspetti insieme e, a seconda di cosa tiriamo su col mestolo, possiamo vedere e analizzare uno o l’altro ma un cambiamento fatto in ognuno cambia (il gusto di) tutto…

La buona notizia è che in questo modo possiamo iniziare da quello che vogliamo, dai pensieri, dalle parole, dalle azioni, dalle abitudini, dal carattere, o dalle credenze… e avere dei cambiamenti nel destino, che in realtà non è altro che il futuro, che arriva ogni giorno

Cosa ne pensate? Avete delle situazioni che vorreste cambiare ma non sapete come? Se si, raccontatemi, forse posso darvi una mano!

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Secondo accordo: Non prendere nulla in modo personale. Anche al centro dell’inferno, sperimenterete pace interiore e felicità. Starete nella vostra beatitudine e l’inferno non potrà toccarvi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Il talento del calabrone (2020)

Il talento del calabrone (2020)

Questa settimana, mi sono guardata Il talento del calabrone, su primevideo, con Sergio Castellitto, Lorenzo Richelmy, e Anna Foglietta. Una storia un po’ all’americana, ho letto da qualche parte, molto avvincente e con finale a sorpresa.

due piedi

due piedi

La settimana prossima, all'incontro di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, ancora una volta online, il tema sarà la dualità e come gestirla, perchè ci hanno sempre insegnato che dobbiamo fare delle scelte ma a spesso è pìu funzionale trovare...

piccole distrazioni

piccole distrazioni

Da inizio settembre mi sono messa a dieta, sono andata da Manuel Turolla, l’autore del libro Il metabolismo intelligente di cui vi avevo parlato. Tra le altre cose, ho smesso di bere cocacola, anche se era zero e di mangiare qualsiasi cosa tra i pasti.

i tre livelli del sè

i tre livelli del sè

Dicono che c’era una volta un saggio insegnante di filosofia, ammirato da tutti i suoi allievi perchè non insegnava solo la storia dei filosofi, ma anche a pensare. Un giorno, quando arrivò in classe i ragazzi erano particolarmente agitati per una frase letta nel bigliettino di un biscotto della fortuna.