enneatipi

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di enneagramma e di enneatipi, fatto un test e risolto alcuni dubbi su come utilizzare al meglio questo strumento per migliorare i nostri rapporti con noi stessi e con tutti quelli che ci circondano, famiglia, amici, colleghi… che abbiano lo stesso enneatipo o enneatipi diversi.

  • 1: (Riformatore, Critico, Perfezionista), passione ira, fissazione perfezionismo, tende a evitare la collera, non si arrabbia e tende a essere perfetto in ogni cosa. La grazia che può salvarlo: la pazienza;
  • 2: (Aiutante, Generoso, Nutrice), passione superbia, fissazione falsa generosità, tende a evitare di avere bisogno, si vanta di aiutare gli altri ma non chiede aiuto. La grazia che può salvarlo: l’umiltà;
  • 3: (Manager, Organizzatore, Esecutore), passione vanità, fissazione inganno, tende a evitare l’insuccesso, si identifica con i successi e i risultati che ottiene. La grazia che può salvarlo: la modestia;
  • 4: (Romantico, Individualista, Artista), passione invidia, fissazione autofrustrazione, tende a evitare l’ordinarietà, si ritiene speciale ed è molto sensibile. La grazia che può salvarlo: la disponibilità;
  • 5: (Osservatore, Pensatore, Investigatore), passione avarizia, fissazione distacco, tende a evitare il vuoto e cerca di accrescere il proprio bagaglio di conoscenze. La grazia che può salvarlo: il non attaccamento;
  • 6: (Avvocato del Diavolo, Difensore, Leale), passione paura, fissazione accusa, tende a evitare la devianza e vede la vita come ordinata da leggi, regole e norme. La grazia che può salvarlo: la gioia;
  • 7: (Entusiasta, Avventuriero, Epicureo), passione gola, fissazione fraudolenza, tende a evitare il dolore, ama il divertimento e non nota il dolore altrui. La grazia che può salvarlo: la moderazione;
  • 8: (Leader, Protettore, Capo), passione lussuria, fissazione vendicatività, tende a evitare la debolezza, si vanta di essere forte e ama litigare. La grazia che può salvarlo: il dominio di sè;
  • 9: (Mediatore, Pacificatore, Conservatore), passione accidia, fissazione dimenticanza di sé, tende a evitare il conflitto e cerca pace e armonia tra le persone. La grazia che può salvarlo: la sopportazione.

Cosa ne pensate? C’eravate all’incontro? Che enneatipo vi corrisponde maggiormente? Qualcosa da aggiungere?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da qualche parte tra questo pianeta e la luna, il basso si trasforma in alto e l’alto in basso.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Il Cigno Nero (2014)

I n diversi momenti in queste settimane mi sono trovate frasi e questo autore, Nassim Nicholas Taleb, che mi hanno colpita particolarmente. Appena sono riuscita ho cercato qualcosa di suo e, come spesso mi capita, ho letto due libri di fila. Oggi voglio parlarvi del più famoso: Il cigno nero, meraviglioso.

Yuli (2018)

Questa settimana, voglio parlarvi di un film cubano, Yuli, con il grandioso Carlos Acosta, basato libro autobiografico del ballerino, No Way Home. Il film racconta la vita e la passione di questo grandissimo danzatore che è stato paragonati a Mikhail Barysnikov e Rudolf Nureyev…

ricrescere senza paura

Ieri, all’evento di facciamo pace abbiamo parlato di come nella nostra società siamo abituati a vivere nella paura ma possiamo sempre decidere di ricrescere nell’amore. Possiamo sempre renderci conto di quando emozioni come la paura ci stanno salvando o stanno fermando la nostra evoluzione.

scintille e fiamme

Parlando di emozioni, mi piace pensare che hanno una doppia causa, dal momento che sono delle reazioni che vengono da dentro ma lo fanno in risposta a situazioni che succedono sia dentro che fuori di noi.

i due falchi

Dicono che c’era una volta un re che ricevette in regalo due magnifici falchi. Erano falchi pellegrini, i più begli uccelli che avesse mai visto. Diede i suoi preziosi falchi al suo capo falconiere per allenarli. Ma i mesi passarono e un giorno il capo falconiere informò il re che c’era un problema.

La Scomparsa dell’Universo (2003)

In questi giorni ho letto il mio primo libro di Gary Renard, di cui avevo sentito molto parlare, La Scomparsa dell’Universo, un approfondimento del Corso in Miracoli di Helen Schucman, fatto da dialoghi con due “maestri ascesi” apparsi dal nulla sul suo divano per a rivelargli alcuni segreti scioccanti dell’esistenza e ad insegnargli i miracolosi poteri del perdono avanzato.