la vita di prima

In questi giorni di privazioni per tutti, di paure, ansie e frustrazioni per molti, sento sempre più spesso gente che spera, che si chiede quando torneremo alla vita di prima? Alcuni rispondono che non torneremo presto, altri dicono che mai.

Io, da life coach abituata a fare domande, mi chiedo, così tanto vi piaceva la vita di prima, con tutti i suoi lati negativi, le ingiustizie, le mancanze di coerenza, gli obblighi e le necessità che questa quarantena sta dimostrando non erano così necessarie?

Questa quarantena sta tirando fuori delle cose che tenevamo nascoste molto bene, a livello personale, le emozioni come paura e rabbia; e a livello globale, sociale, come le mancanze del sistema di deleghe in cui viviamo, politico, economico, religioso, sanitario.

Ognuno sta facendo del suo meglio, con le infomazioni e le risorse di cui dispone per vivere meglio questa difficoltà, ma molti stanno perdendo di vista quello che credo sia la cosa più importante: il cosa faremo dopo?, perchè, prima o poi, questo periodo finirà. E la maggior parte di noi sarà ancora qui.

Oggi vi invito a farvi delle domande tipo: cosa terremo da questo periodo? cosa ci vogliamo portarci nel futuro? la paura, l’ansia, la sfiducia, la rassegnazione, i pregiudizi, la ricerca di colpevoli per ogni e lo scambio di accuse? O la generosità, l’altruismo, l’allegria…

Come dicevo, il mio invito è ad approfittare della quarantena per immaginare una vita nuova, un mondo nuovo, migliore. Che ne dite? Proviamo? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Per assurdo, meno ti soffermi sull’obiettivo finale e più presto ci arriverai. Se tieni un occhio sempre fisso sulla destinazione, te ne rimane solamente uno per guidarti lungo il viaggio.

 

l’arte di pensare chiaro (2014)

l’arte di pensare chiaro (2014)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Robin Sharma, Il club delle cinque del mattino, un romanzo meraviglioso che parla del tempo che molti sentiamo che non è mai abbastanza, per fare tutto quello che vogliamo e per farlo bene, di dove trovarlo, e di come sfruttarlo al meglio.

l’erba cattiva (2018)

l’erba cattiva (2018)

Anche questa settimana, e sempre per caso su Nextflix, ho visto un film molto simpatico, questa volta con Eddie Murphy, Immagina che, una bellissima storia su uno di quei padri troppo impegnati con il lavoro per prestare attenzione ai figli.

giocatori PRO

giocatori PRO

Ieri, al nostro incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato, come promesso, delle diverse parti di noi e di una tecnica per riconoscerle, per integrarle, ma soprattutto abbiamo parlato del perchè stiamo facendo questi incontri, per diventare dei giocatori livello P.R.O. di questo gioco che è la vita.