la prossima volta

In questi ultimi giorni dell’estate, in cui un po’ tutti stiamo pensando al ritorno alla normalità, mi capita spesso di parlare su come dovremmo vivere ogni giorno, cosa dovremmo tenere a mente il più possibile, quale atteggiamento sarebbe da coltivare e mantenere per ottenere il meglio della vita…

Dicono che Nietzche diceva “Vivi ogni giorno come se fosse il primo, come se fosse l’ultimo…” e Neruda “Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno. Né il primo né l’ultimo. L’unico.”  Io, da coach, ho la mia versione personale, vivi ogni giorno come se fosse una prova, come se non ti giocassi tutto, come se fosse un esercizio di allenamento per qualcosa di più…

Se dovessi riassumere la maggior parte del mio operato come coach, tutto in un unico consiglio, un unico pensiero, da tenere sempre a mente quando le cose non vanno come vorremo, sia che il risultato non sia quello aspettato in tutto o in parte, è “cosa posso cambiare per la prossima volta?“. E, anche quando le cose vanno come previsto, “cosa posso ripetere la prossima volta?“.

Queste due frasi sottintendono diversi concetti molto importanti:

  • Nella vita tutto si ripete, i giorni, le stagioni, le situazioni, ogni volta abbiamo un’opportunità di imparare (o di dimostrare di avere imparato) qualcosa. Per inerzia tendiamo a ripetere le stesse modalità, le abitudini, e questo ci porta ai soloti risultati. Ma possiamo cambiare se ce lo proponiamo.
  • Perciò non è mai troppo tardi, pensare a come avremo potuto reagire in passato ha un solo e possibile senso utile, quello di acquisire consapevolezza. Pensare a cosa avremo dovuto dire ci fa sentire sempre più imbranati e inutili, perchè è impossibile modificare il passato. Invece, pensare a come potremo fare la prossima volta ci fa sentire potenti e pieni di strumenti da usare (o anche da acquisire prima che la situazioni si ripresenti).
  • non tutto dipende da noi, non abbiamo tutte le responsabilità del mondo, non dobbiamo essere più seri e più efficaci od efficienti di nessun’altro. Ma una parte si, e possiamo gestirla meglio se ci teniamo leggeri.
  • Anche quando sembra che se rischiamo tutto possiamo perdere tutto, sono pochissime le situazioni in cui questo è vero. La maggioranza delle volte possiamo rischiare tranquilli che, anche se perdiamo soldi, amici o qualsiasi cosa a cui possiamo sentirci attaccati e du cui crediamo di avere bisogno… le sensazioni legate a quelle cose o persone possono tornare…

Che ne dite, proviamo a vivere ogni giorno come se fosse una prova, un esercizio, un’avventura?

0 Comments

Se devi scegliere tra avere ragione o essere gentile, scegli sempre di essere gentile.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. Dyeril mio sacro destino

 

Il drago dei desideri (2021)

Il drago dei desideri (2021)

Anche questa settimana mi sono guardata una commedia americana, I care a lot, una storia di truffatori, una truffa agli anziani molto più soffisticata del solito, che funziona fino a quando si scontra con qualcuno più forte e più cattivo.

l’erba blu…

l’erba blu…

Dicono che c’era una volta un uomo rimasto vedovo che si trovò da solo a prendersi cura delle sue due figlie, due bambine molto intelligenti e assai curiose, tanto che prima di fare qualsiasi cosa, ponevano mille domande al padre, spesso sembrava si divertissero a metterlo in difficoltà.

Aiutare i genitori ad aiutare i figli (2019)

Aiutare i genitori ad aiutare i figli (2019)

Siccome in questo periodo sto lavorando molto sulla genitorialità, mi sono letta Aiutare i genitori ad aiutare i figli. Problemi e soluzioni per il ciclo di vita,  di Giorgio Nardone. Un bellissimo libro sulla terapia indiretta, in cui i genitori assumono il ruolo decisivo di “coterapeuti” e diventano gli “specialisti” più vicini a cui i figli possono affidarsi.

I Care a Lot (2020)

I Care a Lot (2020)

Anche questa settimana mi sono guardata una commedia americana, I care a lot, una storia di truffatori, una truffa agli anziani molto più soffisticata del solito, che funziona fino a quando si scontra con qualcuno più forte e più cattivo.