dentro e fuori

Parlando di crescita personale, inquesti giorni sta girando su facebook e dintorni un’immagine molto carina che ci invita a riflettere sugli atteggiamenti e le attività che corrispondono alle zone di comfort (paura), apprendimento e crescita durante questa “crisi” del Covid19.

In un discorso fra gli amici degli incontri di facciamo pace, in cui ognuno diceva dove credeva di trovarsi, una persona che ammiro molto ha detto, io a volte mi trovo nella zona di apprendimento e altre in quella di crescita. Un po’ come stupita, come se non fosse normale.

Invece, per come la vedo io, la crescita personale più che una strada dritta è una spirale, ne avevamo parlato già nel 2018, e oggi voglio migliorare la spiegazione, approfondirla. Infatti, ho fatto un disegno in cui la spirale entra ed esce dall’acqua per rappresentare che, secondo me, lo sviluppo personale si realizza entrando ed uscendo dal nostro mondo interiore, interiorizzando i nuovi concetti e abiti, quando siamo dentro, e mettendoli alla prova e imparandone dei nuovi, quando siamo fuori.

Quando ci sentiamo pronti usciamo e, ogni volta, ci allontaniamo di più sia dal nostro centro che dal nostro mondo interno, e così andiamo avanti fino a quando, ad un certo punto, sentiamo di esserci allontanati troppo, diventa troppo difficile, e ritorniamo a cercare nuove risorse.

Infatti, il mio invito di oggi è proprio a rendere consapevole questa ciclicità, a non preoccuparci troppo quando stiamo scendendo e a non rilassarci troppo quando stiamo salendo, perchè tutto passa. Che ne dite? Proviamo? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pensa agli altri, ci dice la società. Ama il prossimo tuo, esorta la Chiesa. A quanto pare, nessuno si ricorda mai del "come te stesso". Se è vero che vuoi conseguire la felicità nel presente, proprio questo, invece, dovrai imparare a fare: amare te stesso.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

piccole distrazioni

piccole distrazioni

Da inizio settembre mi sono messa a dieta, sono andata da Manuel Turolla, l’autore del libro Il metabolismo intelligente di cui vi avevo parlato. Tra le altre cose, ho smesso di bere cocacola, anche se era zero e di mangiare qualsiasi cosa tra i pasti.

i tre livelli del sè

i tre livelli del sè

Dicono che c’era una volta un saggio insegnante di filosofia, ammirato da tutti i suoi allievi perchè non insegnava solo la storia dei filosofi, ma anche a pensare. Un giorno, quando arrivò in classe i ragazzi erano particolarmente agitati per una frase letta nel bigliettino di un biscotto della fortuna.

La vita davanti a sè (2020)

La vita davanti a sè (2020)

Questa settimana, in questo clima di desunione e di guerra dei poveri mi sono guardata La vita davanti a sè, con una Sofia Loren che arriva al cuore anche alla sua età e un bravissimo Ibrahima Gueye.

Doni, talenti, missioni e blocchi

Doni, talenti, missioni e blocchi

Ieri, nel incontro online di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, e con il sottotitolo “smontando fake news, falsi miti e falsi bisogni” abbiamo parlato del lockdown che sta arrivando e siamo andati a chiedere consigli ad un’esperta di confinamenti non meritati, Raperonzolo.

cocreatrice di eccezioni

cocreatrice di eccezioni

L’altro giorno, parlando del periodo attuale, un po’ più caotico del solito, un po’ più incerto di quello in cui ci eravamo abituati a vivere, è venuto fuori che ognuno usava degli aggettivi diversi, chi lo vedeva critico e chi lo vedeva pieno di opportunità.