ante todo mucha calma

28 Jul 21

Nella storia di Felix e il segreto delle chiavi magiche, il primo dei tre consigli tökliti, è un invito alla calma. L’ho scritto e, ogni volta che posso, lo dico e lo ribadisco, la prima cosa da fare per diventare consapevoli e sicuramente per poter riprendere i comandi della nostra vita è calmarsi.

Per poter riflettere sulle nostre parole, per poter pensare bene cosa fare, per poter essere più forti, per passare da quelli che vedono crisi a quelli che vedono opportunità, come ci ha ricordato una delle partecipanti all’ultimo incontro del nostro facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, la prima cosa è affrontarla con calma.

 Tutti sanno che non dovremmo prendere decisioni quando siamo arrabbiati, e nemmeno quando siamo troppo felici, perciò è importante, quando abbiamo un problema che ci rende ansiosi, dobbiamo smettere di pensare per un momento al problema e concentrarci sull’ansia, sulla calma, come obbiettivo intermedio.

Non importa quale metodo usiamo, quello che importa è che ci concediamo del tempo per trovare uno stato mentale che ci renda più forti e non più deboli. E che usiamo questo tempo per calmarci con la tecnica più congeniale a noi.

Dobbiamo capire che non è solo la situazione quella che ci mette in difficoltà, ma soprattutto il modo in cui la viviamo, quello che pensiamo della situazione. Vi ricordate quando parlavamo di problemi, giochi e avventure, il segreto per poter ritrovare la calma è togliere importanza ai nostri pensieri, l’obbietivo è smettere di seguire ogni pensiero che possa aggiungere benzina al nostro fuoco.

Per esempio, io uso spesso l’hoponopono, mi aiuta a smettere di dare potere ai miei singoli pensieri, mi aiuta ad estraniarmi ma qualsiasi metodo può funzionare, una preghiera, un mantra, concentrarsi sul respiro, ecc.

La buona notizia è che possiamo farlo, possiamo calmarci, possiamo prenderci il tempo che ci serve, fare i nostri esercizi, e reagire dopo. E possiamo farlo molte più volte di quelle che pensiamo.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a partecipare ai nostri eventi, e anche a  non permettere alla vita di costringerci a reagire quando ci sentiamo sotto pressione, ad allennarci a delegare e a posticipare le cose che non ci sentiamo di fare, almeno fino a quando non avremo la mente lucida. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Primo accordo: Sii impeccabile con la parola. La parola è potente. Usatela nel modo giusto, usatela per condividere l’amore. Usate la magia bianca con tutti, cominciando da voi stessi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

la tazzina di caffè

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di alunni, affermati nelle loro carriere, che andarono tutti insieme a trovare uno dei loro vecchi professori del liceo. Dopo un pò che erano lì la conversazione si trasformò in una serie di lamentele sullo stress del lavoro e della vita.

Pianeta Verde (1995)

Pianeta Verde (1995)

Questa settimana mia mamma mi ha fatto notare che hanno messo su Netflix uno dei film francesi degli anni 90 che io ho sempre adorato: Pianeta verde, di 1996. Uno di quei film, come La Crisi, di critica sociopolitica che ci fa vedere il nostro mondo da un’altro punto di vista.

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.