Zero limits (2009)

Oggi voglio parlare di un libro, e di una tecnica, un mantra, che mi aiutò molto in un periodo molti anni fa. Zero limits in cui Joe Vitale,  presenta un metodo collaudato ed efficace per uscire dalle limitazioni autoimposte e per ottenere dalla vita più di quanto hai mai sognato. Non solo funziona, ma fa meraviglie, sia nel lavoro che nella vita privata, e permette di sperimentare quotidianamente una pienezza e una felicità sorprendenti, l’hoponopono.

Ho’oponopono è un metodo per fare pulizie nell’inconscio e riportare la mente al suo stato naturale di pace. È un sistema tramandato dalla tradizione hawaiana che purifica da convinzioni, pensieri e ricordi inconsciamente accettati che ci intrappolano e di cui non siamo nemmeno consapevole.

È stato adattato ai tempi moderni, diventando uno strumento straordinario per ripulire la mente da ostacoli e blocchi subconsci che impediscono al destino e al desiderio di prendere il controllo e di aiutarti a trovare modi nuovi e inaspettati per raggiungere ciò che vuoi nella vita. E funziona senza dover alvorare su ogni blocco, ripulendo le basi energetiche della nostra mente.

Ci racconta di persone che sono riuscite a dimenticare tutto il dolore degli errori passati, a ricominciare di nuovo senza nozioni preconcette e a vivere una realtà di costante stupore. Vivendo in un mondo in cui tutto è possibile. In effetti, tutto è davvero possibile quando guardi il mondo libero da costrizioni mentali. Questa è la chiave che aprirà la tua vita a un nuovo universo di possibilità e di risultati, un universo a Zero Limits.

Ho’oponopono, come dicevo, è un mantra da ripetere per tornare alla serenità, e persino per guarire dalle malattie che in fondo hanno sempre una parte psicosomatica, e consiste nella ripetizione delle parole magiche base: “per favore, mi dispiace, scusami, ti amo, grazie” rivolte al mondo, all’universo, a Dio, alla vita, e a chiunque (inclusi noi) come parte di esso.

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. ante todo mucha calma ⋆ Amor Ben, ottimizzatrice... - […] esempio, io uso spesso l’hoponopono, mi aiuta a smettere di dare potere ai miei singoli pensieri, mi aiuta ad…

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ma cosa facciamo, in genere, quando abbiamo un sentimento negativo? "È colpa sua. Deve cambiare". No! Il mondo è a posto. Chi deve cambiare siete voi.

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.

Letargo

Letargo

Per me l’inizio di quest’anno è stato difficile, sono stata male fisicamente, prima con una pesante influenza e poi con quella che sembrava una intossicazione alimentare, non ho avuto febbre ma sono stata la maggior parte del tempo a letto.