ancora seduzione…

Continuando con il discorso della settimana scorsa, e con l’acronimo, vedremo le altre componenti che sono rimaste senza dettagliare nel primo articolo… eravamo rimaste allo zoom, cruciale perchè la superficialità è il maggior nemico della seduzione…

I.- Sedurre è un po’ un gioco in cui bisogna incuriosire, invitare, indurre, invogliare, e imparare a sfruttare la nostra intuizione, per comprendere cosa serve all’altro come individuo, e per farlo sentire importante, che sia un maschio o una femmina, perchè, per come la vedo io, siamo tutti diversi ed il genere, qualsiasi esso sia, è solo una caratteristica e non la più influente, per poter arrivare ad un’intimità che è parte dell’obiettivo;

O.- Come per tutto, consiglio di osservare, perchè ogni persona è diversa e solo osservando possiamo capire com’è, di cosa ha bisogno e cosa possiamo offrirle, perchè, come dicevamo… è tutto questione di offrire;

N.- L’idea è arrivare a creare la complicità per inventare qualcosa di nuovo, scrivere una storia con noi due come protagonisti, che ci porti in una nuova dimensione, una storia che possa nascere con il contributo di entrambi e che possa soddisfare i bisogni e le necessità di ognuno;

E.- E per finire troviamo di nuovo la E, con l’entusiasmo, l’empatia e l’energia. Perchè la seduzione non è magia, nemmeno quando conosciamo la PNL, il potere delle parole, come leggere il linguaggio non verbale, come comprendere i bisogni delle altre persone, ecc. La seduzione è pur sempre un processo comunicativo e dobbiamo essere pronti a fare la nostra parte, essere noi stessi.

Vi va? Vi incuriosisce? Rimanete in collegamento per essere aggiornati…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se prendete la vostra felicità e la mettete nelle mani di un'altra persona, prima o poi quella persona la distruggerà.

 

cattiveria gratuita

Spesso, soprattutto con i più giovani, mi capita di sentire l’espressione “cattiveria gratuita”: mi tratta, mi parla o l’ha fatto con con cattiveria gratuita. Normalmente spiego loro che io credo che la cattiveria non sia mai gratuita, anzi!

espelliamoli!

Dicono che c’era una volta tanto tempo fa, in un piccolo villaggio, la bottega di un falegname. Un giorno, durante l’assenza del padrone, tutti i suoi arnesi da lavoro tennero un gran consiglio. Ci fu una seduta lunga e animata, in cui si poponeva di escludere dalla onorata comunità degli utensili un certo numero di membri.

Libro delle epoche (2012)

O[/dropcap]ggi voglio parlare di un’altro libro di Igor Sibaldi, Il libro delle epoche, che ho letto perchè sono andata al suo seminario presenziale sulle “Epoche vecchie – Epoche nuove. Come orientarsi nel tempo”, interessantissimo come ogni suo evento. In cui sviluppa l’argomento e lo aggiorna il discorso anche fino al 2019 e oltre.

la ruota della bestia

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di schiavitù moderne, delle cose o persone che ci fanno comportare in modi diversi da quelli che vorremmo, ma abbiamo anche visto e iniziato a sperimentare uno strumento per riprendere i controlli della nostra vita, una versione della ruota della vita che abbiamo chiamato la ruota della bestia perchè racchiudeva il numero 666…