ancora seduzione…

Continuando con il discorso della settimana scorsa, e con l’acronimo, vedremo le altre componenti che sono rimaste senza dettagliare nel primo articolo… eravamo rimaste allo zoom, cruciale perchè la superficialità è il maggior nemico della seduzione…

I.- Sedurre è un po’ un gioco in cui bisogna incuriosire, invitare, indurre, invogliare, e imparare a sfruttare la nostra intuizione, per comprendere cosa serve all’altro come individuo, e per farlo sentire importante, che sia un maschio o una femmina, perchè, per come la vedo io, siamo tutti diversi ed il genere, qualsiasi esso sia, è solo una caratteristica e non la più influente, per poter arrivare ad un’intimità che è parte dell’obiettivo;

O.- Come per tutto, consiglio di osservare, perchè ogni persona è diversa e solo osservando possiamo capire com’è, di cosa ha bisogno e cosa possiamo offrirle, perchè, come dicevamo… è tutto questione di offrire;

N.- L’idea è arrivare a creare la complicità per inventare qualcosa di nuovo, scrivere una storia con noi due come protagonisti, che ci porti in una nuova dimensione, una storia che possa nascere con il contributo di entrambi e che possa soddisfare i bisogni e le necessità di ognuno;

E.- E per finire troviamo di nuovo la E, con l’entusiasmo, l’empatia e l’energia. Perchè la seduzione non è magia, nemmeno quando conosciamo la PNL, il potere delle parole, come leggere il linguaggio non verbale, come comprendere i bisogni delle altre persone, ecc. La seduzione è pur sempre un processo comunicativo e dobbiamo essere pronti a fare la nostra parte, essere noi stessi.

Vi va? Vi incuriosisce? Rimanete in collegamento per essere aggiornati…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quelli che riconoscono che i problemi fanno parte della condizione umana, e che non misurano la felicità dall'assenza di problemi, sono gli esseri più intelligenti che si conoscano, e sono anche i più rari.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

enneagramma

Al prossimo incontro di facciamo pace, parleremo di un argomento leggermente diverso da quelli delle ultime settimane, anche se sempre utile per conoscerci meglio, comprendere cosa ci muove, le risorse, i pensieri compulsivi, ecc. La semplicità e la chiarezza del sistema lo rendono ideale per l’autoconoscenza, l’educazione, il rapporto di coppia, i rapporti sociali, l’ambito aziendale e qualsiasi dinamica di gruppo.

forza e coraggio

Abbiamo detto in diverse occasioni che il lavoro che facciamo per cambiare punto di vista prevede di “disimparare” il significato che diamo normalmente ad alcune parole. Una di queste parole è “forza”, siete come me, spesso vi sentirete dire che siete forti, ma viene usato in un modo che sembra più una condanna che qualcosa di positivo…

ce l’hai con me?

Dicono che c’era una volta, un uomo disperato dopo una giornata terribile entro in chiesa piangendo e riuscì a parlare con Dio.
— Posso farti una domanda? — chiese.
— Certo — rispose Dio.
— Promettimi che non ti arrabbierai ..
— Prometto — rispose Dio — Non sono uno che si arrabbia così facilmente…

se ti ho incuriosito...