una vita di conflitti

14 Feb 17

Secondo la psicobiologia, tutto quello che di negativo ci succede nella vita è il risultato di un conflitto. Dai sintomi e le malattie, più o meno gravi… (persino gli inccidenti) alle ristrettezze economiche, i successi che ci causano tristezza, delusione… e tutto quello che non è perfetto nella nostra vita (in quello che ci succede), secondo questa scuola, dipende da noi e da nostri conflitti interni.

Ogni volta che noi pensiamo che la causa del nostro malessere (fisico, economico, psicologico, ecc.) non dipenda da noi… arriva la psicobiologia e dice che si che dipende da noi, da un nostro conflitto. E per ribadire il concetto ci fa notare che qualcun’altro nella nostra situazione non sentirebbe le stesse emozioni, perciò la causa non è la situazione, ma il modo in cui la viviamo. E questo dipende dai nostri conflitti. Se viviamo una situazione con conflitto stiamo male. Senza conflitto… la stessa situazione può essere neutra o persino una piacevole sfida!

Ci sono tre elementi che possono entrare in conflitto: ciò che voglio, ciò che devo e ciò che posso. Le principali combinazioni che causano conflitto sono:

  • voglio ma non posso: non posso veramente, o anche non devo (potrei anche uccidere qualcuno con un coltello della cucina, ma non devo farlo.
  • devo ma non voglio: dovrei, ma non voglio… se dipendesse da me non lo farei ma (di nuovo) non posso evitarlo, perciò devo farlo.

Riassumendo, in ognuno di questi casi, alla fine, ci sono una parte di noi che vuole e una che non vuole, e non riescono a mettersi d’accordo, non si ascoltano, non collaborano… per questo si dice che abbiamo un conflitto. E la maniera più funzionale di risolverlo è fare parlare queste due parti di noi, ascoltarle, tenere in considerazione le ragioni dell’una e dell’altra perchè non attivino le forze nascoste dell’universo per obbligarci ad andare in una o l’altra direzione e che ci facciano stare male per le scelte fatte senza prestare loro la giusta attenzione…

Cosa ne pensate? Vi sembra credibile questa spiegazione?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

Da qualche parte tra questo pianeta e la luna, il basso si trasforma in alto e l’alto in basso.

Paradise (2023) — bis — bis — bis

Paradise (2023) — bis — bis — bis

Questa settimana ho visto un film di animazione bellissimo, su Netflix, L’elefante del mago, una storia sull’ottimismo, sulla speranza, sulla fantasia e la capacità di credere in qualcosa di più grande di noi.

L come libertà (di opinione)

L come libertà (di opinione)

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo e un tema di cui si parla molto in questi giorni è la libertà di espressione, di opinione, che molti pensiamo stia sparendo di nuovo per mano di quelli che fino a poco fa la chiedevano a grandi voci. Quando erano loro a non poter dire quello che pensavano, a essere perseguitati per le loro idee e a essere “contro-corrente”.