perchè no?

Ieri ho dovuto cancellare l’evento di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, vedremo quello che era previsto la settimana scorsa, le credenze e ragioni con cui ci fermiamo davanti a quello che vorremmo, quelle che chiamiamo le gabbie della bestia

Parleremo di quelle volte in cui nemmeno ci proviamo a fare qualcosa perchè:

  • è impossibile, ci sono veramente poche cose impossibili in questo mondo e ogni giorno ci sono cose che smettono di esserlo, per un cambiamento nella scienza, nella tecnologia, nella legislazione, o persino nelle persone. Ci sono tre domande da fare per capire se ci posso lavorare, è impossibile per me? ora? o così?;
  • non si fa, non si deve fare, non va bene, non sarebbe giusto, in questo caso la rinuncia dipende di fattori culturali, ci sono delle regole del gruppo a cui apparteniamo. Comunque, sarebbe utile chiedersi cosa ci da in cambio questo gruppo?, per decidere se vale la pena il sacrificio;
  • non è necessario, non è poi così importante, qui entrano in gioco le nostre priorità e i nostri valori, ma anche qui dobbiamo farci una domanda importante: se non è necessario, non è poi così importante, perchè continuo a pensarci?

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a osservare le nostre gabbie, renderci consapevoli di quali gabbie abbiamo costruito o ereditato, per poter scegliere se le vogliamo mantenere o meno. Perchè un conto è sentirsi in gabbia in generale e in questo caso possiamo solamente lamentarci, ma quando la gabbia l’abbiamo identificata, la possiamo aprire. E a partecipare al prossimo incontro per vedere come si fa. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Una risposta non merita mai un inchino: per quanto intelligente e giusta ci possa sembrare, non dobbiamo mai inchinarci a una risposta.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

l’arte di pensare chiaro (2014)

l’arte di pensare chiaro (2014)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Robin Sharma, Il club delle cinque del mattino, un romanzo meraviglioso che parla del tempo che molti sentiamo che non è mai abbastanza, per fare tutto quello che vogliamo e per farlo bene, di dove trovarlo, e di come sfruttarlo al meglio.

l’erba cattiva (2018)

l’erba cattiva (2018)

Anche questa settimana, e sempre per caso su Nextflix, ho visto un film molto simpatico, questa volta con Eddie Murphy, Immagina che, una bellissima storia su uno di quei padri troppo impegnati con il lavoro per prestare attenzione ai figli.

giocatori PRO

giocatori PRO

Ieri, al nostro incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato, come promesso, delle diverse parti di noi e di una tecnica per riconoscerle, per integrarle, ma soprattutto abbiamo parlato del perchè stiamo facendo questi incontri, per diventare dei giocatori livello P.R.O. di questo gioco che è la vita.