noi e gli altri

23 Jun 21

La settimana prossima, finalmente, riprenderemo a fare dal vivo i nostri incontri di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, e lo faremo continuando con l’argomento di cui stavamo parlando negli ultimi appuntamenti, lo sviluppo della personalità adulta.

Parleremo soprattutto di come, diventando adulti, possiamo scegliere chi siamo, chi vogliamo essere e come e con chi vogliamo condividere il nostro tempo, le nostre energie e la nostra vita. Perchè, se è vero che viviamo in un momento storico molto difficile per la nostra individualità, perchè siamo pieni di pressioni dalla famiglia, dallo stato, e da tutti i gruppi a cui apparteniamo, è anche vero che queste pressioni sono così forti perchè siamo più liberi che mai di cambiare.

Un tempo se uno nasceva povero, in una famiglia disastrata o in un paese molto piccolo e povero non poteva farci niente. Oggi, con la globalizzazione, lo sviluppo della cultura dell’informazione e la crescente individualizzazione del mondo, tutto questo è cambiato. Chiunque può fare cose che non sarebbero state possibili solo qualche decenio di anni fa.

La buona notizia è che molte di queste cose dipendono da noi. Forse non direttamente ma indirettamente, da noi e da quelli da cui ci circondiamo, dalla nostra famiglia, dai nostri amici, dai nostri insegnante e mentori, e possiamo sceglierli, e cambiarli se non sono quelli giusti.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a partecipare ai nostri eventi, a non smettere mai di farci domande, di chiederci sempre cosa possiamo cambiare per stare meglio, cosa dipende da noi e cosa dipende da altri, e scegliere bene le persone  Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

Secondo accordo: Non prendere nulla in modo personale. Anche al centro dell’inferno, sperimenterete pace interiore e felicità. Starete nella vostra beatitudine e l’inferno non potrà toccarvi.

L come libertà (di opinione)

L come libertà (di opinione)

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo e un tema di cui si parla molto in questi giorni è la libertà di espressione, di opinione, che molti pensiamo stia sparendo di nuovo per mano di quelli che fino a poco fa la chiedevano a grandi voci. Quando erano loro a non poter dire quello che pensavano, a essere perseguitati per le loro idee e a essere “contro-corrente”.

rimedio contro la morte

rimedio contro la morte

Dicono che c’era una volta, all’epoca del Buddha, una donna a cui morì il suo unico figlio. La donna era disperata, non riusciva a lasciare che lo seppellissero, convinta che ci fosse un errore, il giorno prima stava bene e quello dopo non si era svegliato.