il primo colpevole

Stavo pensando che in questi giorni, in cui non possiamo uscire e le nostre informazioni arrivano soprattutto dalle telvisioni, radio, giornali e dai social, abbiamo un’opportunità davvero meravigliosa per imparare a pensare con la nostra testa.

Abbiamo già parlato dell’importanza dei filtri per capire quanto ci sia di verità nelle informazioni e anche quanto siano significative… oggi voglio parlare di superficialità.

Gli appassionati di film gialli e di telefilm polizieschi o ospedalieri sanno che il primo colpevole o la prima malattia non è mai quello buono, non è mai quello definitivo. Messo in carcere il primo o date le medicine per la seconda, il problema non si risolve e bisogna andare oltre con le ricerche.

Nella vita è anche così, c’è sempre qualcuno o qualcosa nascosto dietro a quello che vediamo, dietro a quello che ci raccontano, dietro a quelli con cui dicono che dobbiamo prendercela, che siano i cinesi che hanno portato il virus, gli americani che l’hanno sviluppato in laboratorio, gli europei che non vogliono darci gli aiuti economici di cui abbiamo bisogno, le antenne dei 5g…

Secondo me c’è sempre qualcosa dietro, qualcosa di cui siamo responsabili in quello che ci succede o nel modo in cui lo viviamo, qualcosa che possiamo imparare, una lezione della nostra vacanza studio

Infatti, il mio invito è proprio a lavorare su questo, a approfondire, a comprendere cosa c’è dietro a quel che si vede a prima vista. Che ne dite? Proviamo? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per assurdo, meno ti soffermi sull’obiettivo finale e più presto ci arriverai. Se tieni un occhio sempre fisso sulla destinazione, te ne rimane solamente uno per guidarti lungo il viaggio.

 

Mi faccio una promessa (2020)

Mi faccio una promessa (2020)

Con l’arrivo delle vacanze mi torna sempre il desiderio di ordine in casa. Quest’anno ho letto Mi faccio una promessa, entro tre mesi la mia casa sarà uno spettacolo, trovato per caso tra le novità di Amazon Kindle Unlimited.

Il principe dimenticato (2020)

Il principe dimenticato (2020)

Oggi mi sono guardata di nuovo un film con Omar Sy, il principe dimenticato, come in famiglia all’improvviso, una bellissima storia di un padre e di sua figlia. In questo caso, ambientata in due mondi, quello reale e quello della fantasia.

spronare

spronare

Quando dico che sono una life coach molti rispondono “ah, sei una motivatrice!”. In realtà, no. Per come lavoro io, parlare di motivazione è spesso troppo superficiale, infatti non sempre funziona, io cerco di lavorare su un livello un po’ più profondo.