fragilità

Ieri ho dovuto cancellare l’evento di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, per una piccola crisi in famiglia che ha necessitato di tutta la mia energia  in quel momento. Vorrei approfittare di questo evento per spiegarvi meglio alcuni concetti sull’argomento di questo periodo, il potere.

Avremmo dovuto parlare di quelle occasioni in cui non facciamo quello che vorremmo perchè crediamo di non potere farlo, e visto che ho cancellato l’evento, ho deciso di usare questo post per spiegare nella pratica come e perchè l’ho fatto.

Avevo un conflitto di quelli di cui stiamo parlando in questo periodo, il conflitto fra due cose che volevo e che erano incompatibili fra di loro. Una era fare l’evento, è programmato e mi piace pensare che c’erano persone che lo aspettavano; l’altra era fare una serata in famiglia dopo una serie di problemi che c’erano stati nel pomeriggio.

Avevo un conflitto DEVO vs VOGLIO e ho ascoltato il mio cuore. Mi sono detta che sicuramente la mia presenza è più importante per le mie figlie di quanto lo sia per le persone che frequentano i miei eventi,e che loro mi avrebbero capita e così è stato. Ho deciso di dare una dimostrazione di vera forza, ammettendo la mia fragilità.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio ad accettare le nostre fragilità e debolezze, a non cercare di nasconderle, a non condannarci perchè non siamo perfetti, o meglio, perché non possediamo quella perfezione ideale e impossibile che ci hanno insegnato a perseguire e pretendere. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Annusa spesso il formaggio così da sapere quando sta invecchiando

 

l’arte di pensare chiaro (2014)

l’arte di pensare chiaro (2014)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Robin Sharma, Il club delle cinque del mattino, un romanzo meraviglioso che parla del tempo che molti sentiamo che non è mai abbastanza, per fare tutto quello che vogliamo e per farlo bene, di dove trovarlo, e di come sfruttarlo al meglio.

l’erba cattiva (2018)

l’erba cattiva (2018)

Anche questa settimana, e sempre per caso su Nextflix, ho visto un film molto simpatico, questa volta con Eddie Murphy, Immagina che, una bellissima storia su uno di quei padri troppo impegnati con il lavoro per prestare attenzione ai figli.

giocatori PRO

giocatori PRO

Ieri, al nostro incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato, come promesso, delle diverse parti di noi e di una tecnica per riconoscerle, per integrarle, ma soprattutto abbiamo parlato del perchè stiamo facendo questi incontri, per diventare dei giocatori livello P.R.O. di questo gioco che è la vita.