a come astrazione

15 Sep 21

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo che stiamo raccogliendo insieme nei nostri incontri facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, è astrazione, proprio perchè le parole non sono cose concrete e parte del loro valore dipende da chi le usa.

Possiamo fare un esempio molto chiaro usando la parola mela, come nel disegno che ho usato per illustrare questo post. Il cameriere chiede qualcosa tipo di chi è questa mela, e a tavola ci sono i personaggi delle storie più note in cui c’è una mela.

Se io dicessi, “sai la storia della mela?”, e non abbiamo ancora un contesto, potrebbe essere la storia di Bill Gates e apple, della strega e Biancaneve, di Newton, di Adamo ed Eva, di Guglielmo Tell o di Robin Hood… E mancano la New York anche conosciuta come la Grande Mela e anche quella che mangiata una al giorno toglie il medico di torno.

Se possiamo fare tutto questo con una parola sola, immaginate cosa si può fare con delle intere storie, che rappresentano e mischiano le situazione con i pensieri, le emozioni, e possono avere diverse letture, alcune più superficiali, fermandosi alle parole, e altre più profonde, alcune che ci possono aiutare e altre che ci possono fare molto male.

La buona notizia è che possiamo cambiare le parole che diciamo, perchè, in fondo, come dice Un corso in miracoli, il significato alle parole glielo diamo noi, soprattutto a quelle che possono avere molti significati, come amore, amicizia, sofferenza, affetto, rispetto, libertà, ecc.

 Il mio invito possitivo di oggi è proprio a partecipare ai nostri incontri di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, e a riflettere sul significato che diamo alle parole e sul potere che abbiamo di cambiarlo, ad andare oltre, a capire cosa c’è dietro, cosa c’è sotto… Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Cambiando il modo in cui elaborate ogni evento che via via si presenta sul vostro cammino, potrete vivere una vita felice e realizzata, priva di disordine emotivo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. Dyeril mio sacro destino

 

giustizia divina

giustizia divina

giustizia divina

23 May 22

Dicono che c’era una un gruppo di ragazzi molto poveri che, mentre giocava, trovò un sacchettino molto carino con ventisei bacche rosse. Siccome loro erano cinque e la divisione non era esatta, andarono a chiedere alla donna più anziana del villaggio aiuto per dividerle equamente.

La famiglia ideale (2021)

La famiglia ideale (2021)

Questa settimana ho visto un altro film spagnolo su Netflix, La famiglia ideale, con altri due attori spagnoli che adoro, Belén Rueda e Jose Coronado, nei panni di due persone molto diverse che, conoscendosi finiranno per scombinare molte vite.

idealizzare

idealizzare

L’altro giorno stavo parlando con alcune amiche dei problemi di tutti i giorni, ognuna parlava delle cose che faceva fatica a gestire e, quando anche io ho raccontato qualcosa mi hanno guardata malissimo, perchè pensavano che, siccome aiuto le persone a risolvere problemi, io non ne avessi.