la ruota della bestia

Ieri sera, all’incontro di facciamo pace, abbiamo parlato di schiavitù moderne, delle cose o persone che ci fanno comportare in modi diversi da quelli che vorremmo, ma abbiamo anche visto e iniziato a sperimentare uno strumento per riprendere i controlli della nostra vita, una versione della ruota della vita che abbiamo chiamato la ruota della bestia perchè racchiudeva il numero 666…

 Se ricordate la ruota della vita, si tratta di uno strumento per fare una fotografia della nostra vita in diversi aspetti e scegliere su quali iniziare  a lavorare. In questo caso abbiamo fatto una versione un po’ più potente per due ragioni.

  • Primo, perchè abbiamo ridotto il numero di aspetti da gestire… a sei. Questo fa sì che sia più veloce e anche se è un po’ più complicato;
  • Secondo, perchè va un po’ oltre la semplice foto e lavora smuovendo le acque nei diversi ambiti.

La ruota della bestia consiste in:

  • guardarsi dentro e darsi un voto (da 1 a 6) in sei aspetti della nostra vita: corpo, mente, spirito, lavoro, affetti e tempo libero. Bisogna fare d’istinto, senza pensare troppo, le prime cose che ci vengono in mente sono quelle da valutare. Non c’è niente di fisso, di giusto i di sbagliato. È una valutazione a pelle, di cuore, il meno di testa possibile;
  • per ognuno di questi aspetti pensare a qualcosa che potrebbe aumentare questo valore, un desiderio, qualcosa che potrebbe fare la differenza, quello che sentiamo che ci manca;
  • per ognuno di questi aspetti pensare a un “prossimo passo“, qualcosa da fare, di concreto, per avanzare verso quella meta.

Cosa ne pensate? C’eravate all’incontro? Qualcosa da aggiungere? Venite al prossimo che continueremo il discorso…

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Praticate la gentilezza verso voi stessi e gli altri ogni volta che vi è possibile. Desistete dal bisogno di aver ragione e di vincere e optate invece per essere gentili: ben presto conoscerete la gioia della pace interiore.

Wayne W DyerWayne W DyerInventarsi la vita

 

Scusate se esisto (2014)

Scusate se esisto (2014)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di una commedia italiana con la meravigliosa Paola Cortellesi e un bellissimo e delizioso Raoul Bova gay, Scusate se esisto!. L’ennesima dimostrazione dell’umore che serve per vivere in questo nostro paese con le sue complessità e paradossi.

questione di priorità

questione di priorità

Ieri, all’incontro di facciamo pace, come previsto abbiamo parlato di valori e di priorità. Abbiamo visto chein un mondo complesso come quello in cui viviamo definire le nostre priorità se non vogliamo che le definiscano le circostanze o qualcun’altro.

voglio il gelato

voglio il gelato

Tanti anni fa, quando sono arrivata in Italia, ho fatto l’animatrice volontaria per un progetto di accoglienza di bambini bielorussi. Stavano in Italia due settimane e anche se la sera stavano con le famiglie, durante il giorno li tenevamo tutti insieme e li portavamo in piscina, a giocare, ecc.

acqua e sale

acqua e sale

Dicono che c’era una volta un anziano maestro stanco dei costanti dubbi e delle lamentele di uno dei suoi discepoli. Vedeva solo il lato negativo delle cose e si rifiutava di ascoltare nulla che non fosse quello che sperava di sentire.