pensieri ed emozioni

27 Feb 19

La prossima settimana, all’incontro di facciamo pace, andremo avanti con il nostro progetto bestiale. Parleremo di responsabilità e di coerenza, seguendo il persorso iniziato l’ultima volta, e parleremo della relazione tra i pensieri e le emozioni e come si influenzano a vicenda…

Nel post di ieri dicevamo che ci sono delle cose che ci hanno raccontato a metà, parlavamo del rapporto fra quel che sucede fuori e quel che succede dentro. All’incontro parleremo anche del rapporto tra quello che sucede in quello che chiamiamo “cuore” e in quello che chiamiamo “testa”.

Anche in questo caso ci hanno insegnato che quello che pensiamo dipende da quello che sentiamo. Che quando siamo tristi abbiamo pensieri negativi e quando siamo allegri è più facile avere pensieri positivi…

Ma non ci hanno parlato dell’altro lato della medaglia. Del fatto che le nostre emozioni non sono assolute ma dipendono dalle nostre credenze. La tristezza non dipende “direttamente” da quello che ci succede, ma da quello che pensiamo su di esso, da come lo giudichiamo.

Uno stesso evento, per due persone diverse, o per la stessa persona in momenti diversi della loro vita, può provocare emozioni molto diverse. Anzi, un qualsiasi evento può suscitarci un’emozione molto negativa fino a quando ne conosciamo la motivazione, e questa può cambiare non appena veniamo a saperla.

Cosa ne pensate? Vi ho incuriositi? Venite e continueremo il discorso…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Qualunque cosa ti capiti nella vita, tu solo hai la facoltà di decidere come reagire. Se ti abitui a cercare in ogni situazione il lato positivo, la qualità della tua vita sarà più elevata e più ricca. Questa è una delle leggi più importanti della natura

 

La palestra dell’autostima (2021)

La palestra dell’autostima (2021)

Questa settimana voglio parlarvi del libro La palestra dell’autostima. Sette passi per conquistare il rispetto che meriti, di Gabrielle Fellus, un libro che insegna e invita a difendersi in ogni situazione, proporzionatamente, da ogni maltrattamento, che sia verbale, mentale o fisico.

il naufrago

il naufrago

Dicono che c’era una volta un naufrago che aveva perso tutto, quando, dopo una terribile tempesta, la nave su cui si trovava era affondata in mezzo al nulla ed al mattino era riuscito a nuotare e a mettersi in salvo su un’isola deserta.

Le stagioni dell’anima (2022)

Le stagioni dell’anima (2022)

Questa settimana voglio parlarvi di un libro di quest’anno, di Sharon M. Koenig, Le stagioni dell’anima. 7 passi per scoprire il senso della tua vita, un libro di spiritualità semplice e pratico, che offre risposte alle domande che ci facciamo sempre di più in questo periodo.