cruscotto della vita

Ieri abbiamo fatto di nuovo un incontro di facciamo pace, online, un po’ più organizzato del primo, per riprendere argomenti già visti, come la ruota della vita, con un nuovo approccio che sto preparando nel mio nuovo libro, 13 cose che ho imparato giocando a garden scapes.

 La ruota della vita, per chi non la conosce, è uno strumento di coaching che si usa, soprattutto all’inizio di un percorso guidato di miglioramento e crescita personale, per comprendere un po’ in generale il nostro livello di soddisfazione della nostra vita e anche quali sono i punti più deboli su cui iniziare a lavorare.

 In questi giorni, mentre preparo il libro che spero diventi alla fine una specie di manuale per diventare coach di se stessi, ho iniziato a preparare una versione più “moderna”, il cruscotto della vita.

La base è la stessa, si fa un lavoro di riflessione sulla propria vita, rispondendo a una serie di domande, per dare un voto ad ogni aspetto, salute, spiritualità, amore, famiglia, lavoro, denaro, ecc.

La differenza è la rappresentazione, invece di costruire con tutti i dati una ruota andiamo a creare un indicatore con la lancetta a cinque posizioni per ogni aspetto. In modo di poter analizzarlo separatamente.

In questo modo posso decidere di appliccare il cruscotto a tutta la mia vita in maniera uniforme, per iniziare, o posso raggruppare alcuni aspetti per poter concentrami su quelli che in ogni momento ci sembrano più importanti. E suddividere questi in caratteristiche di livello inferiore con degli indicatori adeguati. Posso appliccare lo strumento solo ad un aspetto tralasciando l’analisi del resto.

In un secondo momento aggiungeremo anche delle leve per fare diventare il nostro cruscotto un pannello di comandi.

C’eravate? vi è piaciuto, fra due settimane ci vediamo di nuovo, per vedere cosa fare una volta che abbiamo tutti i valori dei diversi indicatori, vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Sii scettico, ma impara ad ascoltare. Non credere a te stesso e a nessun altro

Don Miguel RuizDon Miguel RuizIl Quinto Accordo

 

piccole distrazioni

piccole distrazioni

Da inizio settembre mi sono messa a dieta, sono andata da Manuel Turolla, l’autore del libro Il metabolismo intelligente di cui vi avevo parlato. Tra le altre cose, ho smesso di bere cocacola, anche se era zero e di mangiare qualsiasi cosa tra i pasti.

i tre livelli del sè

i tre livelli del sè

Dicono che c’era una volta un saggio insegnante di filosofia, ammirato da tutti i suoi allievi perchè non insegnava solo la storia dei filosofi, ma anche a pensare. Un giorno, quando arrivò in classe i ragazzi erano particolarmente agitati per una frase letta nel bigliettino di un biscotto della fortuna.

La vita davanti a sè (2020)

La vita davanti a sè (2020)

Questa settimana, in questo clima di desunione e di guerra dei poveri mi sono guardata La vita davanti a sè, con una Sofia Loren che arriva al cuore anche alla sua età e un bravissimo Ibrahima Gueye.