cruscotto della vita

Ieri abbiamo fatto di nuovo un incontro di facciamo pace, online, un po’ più organizzato del primo, per riprendere argomenti già visti, come la ruota della vita, con un nuovo approccio che sto preparando nel mio nuovo libro, 13 cose che ho imparato giocando a garden scapes.

 La ruota della vita, per chi non la conosce, è uno strumento di coaching che si usa, soprattutto all’inizio di un percorso guidato di miglioramento e crescita personale, per comprendere un po’ in generale il nostro livello di soddisfazione della nostra vita e anche quali sono i punti più deboli su cui iniziare a lavorare.

 In questi giorni, mentre preparo il libro che spero diventi alla fine una specie di manuale per diventare coach di se stessi, ho iniziato a preparare una versione più “moderna”, il cruscotto della vita.

La base è la stessa, si fa un lavoro di riflessione sulla propria vita, rispondendo a una serie di domande, per dare un voto ad ogni aspetto, salute, spiritualità, amore, famiglia, lavoro, denaro, ecc.

La differenza è la rappresentazione, invece di costruire con tutti i dati una ruota andiamo a creare un indicatore con la lancetta a cinque posizioni per ogni aspetto. In modo di poter analizzarlo separatamente.

In questo modo posso decidere di appliccare il cruscotto a tutta la mia vita in maniera uniforme, per iniziare, o posso raggruppare alcuni aspetti per poter concentrami su quelli che in ogni momento ci sembrano più importanti. E suddividere questi in caratteristiche di livello inferiore con degli indicatori adeguati. Posso appliccare lo strumento solo ad un aspetto tralasciando l’analisi del resto.

In un secondo momento aggiungeremo anche delle leve per fare diventare il nostro cruscotto un pannello di comandi.

C’eravate? vi è piaciuto, fra due settimane ci vediamo di nuovo, per vedere cosa fare una volta che abbiamo tutti i valori dei diversi indicatori, vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Per assurdo, meno ti soffermi sull’obiettivo finale e più presto ci arriverai. Se tieni un occhio sempre fisso sulla destinazione, te ne rimane solamente uno per guidarti lungo il viaggio.

 

l’arte di pensare chiaro (2014)

l’arte di pensare chiaro (2014)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di un libro di Robin Sharma, Il club delle cinque del mattino, un romanzo meraviglioso che parla del tempo che molti sentiamo che non è mai abbastanza, per fare tutto quello che vogliamo e per farlo bene, di dove trovarlo, e di come sfruttarlo al meglio.

l’erba cattiva (2018)

l’erba cattiva (2018)

Anche questa settimana, e sempre per caso su Nextflix, ho visto un film francese molto simpatico, L’erba cattiva, una riflessione molto carina su come possiamo superare le difficoltà, per grosse che esse siano, con l’aiuto di qualcuno che non ha i nostri stessi problemi, anche se ha degli altri.

giocatori PRO

giocatori PRO

Ieri, al nostro incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato, come promesso, delle diverse parti di noi e di una tecnica per riconoscerle, per integrarle, ma soprattutto abbiamo parlato del perchè stiamo facendo questi incontri, per diventare dei giocatori livello P.R.O. di questo gioco che è la vita.