circoli viziosi e virtuosi

Questa settimana, continuando con l’argomento degli archetipi e dei loro lati oscuri e luminosi. Abbiamo visto come possono portarci verso dei circoli viziosi e virtuosi e come riprenderci il potere di scegliere quale strada prendere. Perchè ogni archetipo comporta un rischio, delle prove e anche le risorse per superarlo.

Quando entriamo in un circolo vizioso, facciamo un’azione che sembrerebbe poter risolvere un problema ma in realtà non fa che peggiorarlo, perchè si retroalimentano. Un circolo vizioso è normalmente originato da una paura che blocca ogni possibilità di correzione della situazione di rischio. Sono cose molto piccole, che ci fanno stare meglio nel brevissimo termine e forse ci danno persino delle speranze per il futuro, ma che in realtà ci fanno accontentare e sentire incapaci di passi più grandi.

Nei circoli virtuosi, invece, a retroalimentarsi sono delle azioni positive. Piccole come quelle dei circoli viziosi ma che, invece, ci fanno sentire più forti, più fiduciosi e più coraggiosi. Queste sono originate dal desiderio o dalla disperazione.

L’arma più potente per riuscire a spostarci dai circoli viziosi ai virtuosi è la consapevolezza perchè quando siamo consapevoli della paura possiamo guardarla dall’esterno e vedere i veri risultati delle azioni che stiamo mettendo in atto, e i benefici secondari che ci portano a rimanere dentro al problema.

E una di quelle conoscenze che ci permette di fare questi salti di consapevolezza è quella degli archetipi, che ci permettono di immaginare al di fuori di noi, e poi riintroiettare, le tendenze che altrimenti sembrano strade obbligate, uniche e già scritte da qualche parte.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da qualunque disavventura si può trarre un vantaggio (basta avere la pazienza di cercarlo)

 

Il metodo Ikigai (2018)

Il metodo Ikigai (2018)

Questa settimana ho letto per voi un libro molto interessante: Il metodo Ikigai. I segreti della filosofia giapponese per una vita lunga e felice, in cui Héctor García ci racconta di un suo viaggio e delle esperienze fatte con i centenari Giapponesi.

Il buco (2019)

Il buco (2019)

La prima volta che ho visto qualche immagine di questo film, mi ha infastidito. Poi ho visto qualche recensione e ho pensato di guardarlo, andando oltre la superficie e devo dire che tanto le metafore come il simbolismo mi hanno veramente coinvolta…

empatia consapevole

empatia consapevole

Cercando immagini per rappresentare l’empatia ho trovato questi due fantastici ometti con la scritta “so esattamente come ti senti”. Loro non sono esattamente uguali ma hanno quel che sembra esattamente lo stesso problema.