a come aiutare

08 Sep 21

Ieri abbiamo ripreso i nostri incontri del nostro facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, dopo la pausa estiva e, come promesso, lo abbiamo fatto con alcune parole con la A, una delle parole di cui più abbiamo parlato è stato AIUTO perchè non tutti sapevano che non si può aiutare chi non ci chiede aiuto.

Aiutare non è semplice come sembra, a volte cerchiamo di aiutare qualcuno e il nostro aiuto viene respinto con più o meno forza,con o senza spiegazioni, ed è molto frustrante.

Anzi, spesso il nostro primo pensiero è “allora la prossima volta non ti aiuto, così  impari”. Ma è controproducente perchè danneggia i rapporti, ci sembra giusto e logico ma è deleterio, ci ruba energia.

Il fatto è che non possiamo aiutare chi non ci chiede aiuto per una, o più, delle seguenti ragioni:

  • la persona non pensa di avere bisogno di aiuto, perchè non è, del tutto o in parte, consapevole di avere bisogno di aiuto, non pensa di avere un problema o crede di poter farcela da sola;
  • la persona non pensa di avere bisogno di aiuto da noi, o perchè non ci reputa in grado o perchè pensa di non meritarlo.

La buona notizia è che sapendo che chi non accetta il nostro aiuto non lo fa con disprezzo nei nostri confronti, ma perchè non riesce a vedere l’utilità di quel che gli offriamo.

 Il mio invito possitivo di oggi è proprio a partecipare ai nostri incontri di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, e a capire che l’aiuto è qualcosa che si offre, che non si può imporre. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.