permesso

03 Mar 21

Martedì, al nostro prossimo incontro ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, parleremo di libertà, di responsabilità e di chi può o deve darci il permesso di fare quello che vogliamo.

Perchè, alla fine, diritti e doveri stabiliscono solo il contesto in cui tutti possiamo muoverci, uno scenario comune di leggi dell’uomo, in cui poi, ognuno di noi deve trovare o creare la propria strada.

Il fatto è che ci hano insegnato che dobbiamo chiedere permesso per tutto, tranne che per nascere, quello ci viene imposto, ma… da lì in avanti, siamo piccoli schiavi che hanno rinunciato alla propria libertà in cambio dell’appartenenza ad un gruppo che si prende dura di noi.

O, almeno, così era fino a qualche tempo fa, lascio a voi la scelta della quantità di tempo. Ultimamente le istituzioni di questo gruppo stanno perdendo la loro efficacia e con essa il loro potere su di noi, non ci sono più le ricompense per i sacrifici, perciò molti abbiamo deciso che non ci stiamo più.

Adesso non chiediamo più il permesso per respirare, per pensare o per amare. Per scegliere quello che più ci conviene nè per creare qualcosa di nuovo se non esiste quel che vogliamo. Nel rispetto delle leggi dell’Universo, quello si, perchè quelle sono ancora funzionali, anche se, di questi tempi, poco note alla maggioranza.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a darci il permesso, di pensare con la nostra testa, di decidere cosa vogliamo e di rinunciare a quello che non vogliamo più, chiaramente, accettando tutta la responsabilità delle nostre azioni, e rispettando gli altri. Vi va?

p.s. se volete partecipare all’incontro, ci vediamo martedì alle 20.30 su zoom.

2 Comments

  1. Leonela

    Bellissimo incontro!! Grazie per averci portato a riflettere su un tema del genere in tempo di “restrizioni”. Alla prossima

    Reply
    • amorben

      Grazie a te, alla prossima!

      Reply

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Wayne W DyerInventarsi la vita

Incamminatevi sul sentiero della manifestazione della vostra spiritualità praticando l'amore incondizionato. Realizzerete la divina connessione liberandovi di tutti gli strumenti dell’io: giudizio, ira, moralismo, prediche, odio, rancore...

L come libertà (di opinione)

L come libertà (di opinione)

Un’altra parola molto importante per il Vocabolario possitivo e un tema di cui si parla molto in questi giorni è la libertà di espressione, di opinione, che molti pensiamo stia sparendo di nuovo per mano di quelli che fino a poco fa la chiedevano a grandi voci. Quando erano loro a non poter dire quello che pensavano, a essere perseguitati per le loro idee e a essere “contro-corrente”.

rimedio contro la morte

rimedio contro la morte

Dicono che c’era una volta, all’epoca del Buddha, una donna a cui morì il suo unico figlio. La donna era disperata, non riusciva a lasciare che lo seppellissero, convinta che ci fosse un errore, il giorno prima stava bene e quello dopo non si era svegliato.