I 5 Livelli della Leadership (2016)

In questo periodo si sente molto parlare della differenza fra capi e leader, oggi voglio parlarvi di uno dei libri sulla leadership che mi è piaciuto di più, chiaro, pieno di esempi, e molto pratico: I 5 Livelli della Leadership, di John C. Maxwell.

Anche se parla di leadership nelle organizzazioni, credo possa essere utile anche nella vita, per ogni ruolo che abbia un minimo di autorità o di seguito, genitori, amici, ecc.

I cinque livelli sono tappe consecutive di un percorso che passa dalla sola autorità a la massima autorevolezza.

  1. Posizione – Le persone ti seguono perché ti devono seguire, lavorano per te e danno il minimo possibile;
  2. Consenso – Le persone ti seguono perché ti vogliono seguire, lavorano insieme a te, iniziano a mettere qualcosa in più;
  3. Produzione – Le persone ti seguono per quello che hai fatto per l’organizzazione o per il gruppo, in generale, vedono che ci metti il cuore e lo mettono anche loro;
  4. Sviluppo delle persone – Le persone ti seguono per quello che hai fatto personalmente per loro, ci mettono il cuore e l’anima;
  5. Cima – Le persone ti seguono per quello che sei e per quello che rappresenti, ti seguono, ti imitano, ti chiedono consiglio e vogliono diventare come te.

Una delle cose che ho amato di più è stata l’enfasi che fa, all’inizio su due aspetti: la leadership è un rapporto uno a uno, si può essere leader di diversi livelli con diverse persone, già che la leadership è una relazione, e il successo è solitario solo per i leader di primo livello, per tutti gli altri è proprio il contrario.

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quando due persone s’incontrano, e una sta a testa in giù, non è così semplice stabilire chi dei due sta nel verso giusto.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Il metodo Ikigai (2018)

Il metodo Ikigai (2018)

Questa settimana ho letto per voi un libro molto interessante: Il metodo Ikigai. I segreti della filosofia giapponese per una vita lunga e felice, in cui Héctor García ci racconta di un suo viaggio e delle esperienze fatte con i centenari Giapponesi.

Il buco (2019)

Il buco (2019)

La prima volta che ho visto qualche immagine di questo film, mi ha infastidito. Poi ho visto qualche recensione e ho pensato di guardarlo, andando oltre la superficie e devo dire che tanto le metafore come il simbolismo mi hanno veramente coinvolta…

empatia consapevole

empatia consapevole

Cercando immagini per rappresentare l’empatia ho trovato questi due fantastici ometti con la scritta “so esattamente come ti senti”. Loro non sono esattamente uguali ma hanno quel che sembra esattamente lo stesso problema.