Elegia americana (2020)

Questa settimana, di nuovo su Nextflix, ho guardato uno dei film di cui tutti parlano, Elegia Americana, con Amy Adams, Glenn Close, e Gabriel Basso, basato sull’omonimo libro di memorie di JD Vance, in cui racconta da dov’è partito, da dove è partita la sua famiglia, per arrivare lì dov’è.

Racconta una storia di superazione, di quelle toste, in cui non va sempre tutto liscio. Una storia di superazione economica e sociale che parte dai nonni, emigrati dai monti Appalachi verso l’Ohio, alla ricerca di un futuro più roseo, ma che nasconde anche la lotta con la violenza domestica e la miseria.

Un film che ci insegna che ogni persona che incontriamo ha una storia nascosta, qualcosa che considera normale, anche se sa che non lo è. La storia di tutti quelli che hanno migliorato in qualcosa e si trovano impreparati in un mondo nuovo.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Cio che dai ritorna sempre

Cio che dai ritorna sempre

Dicono che c’era una volta un contadino tibetano che bussò alla porta del vicino monastero. Come di prassi, le porte vennero aperte dal monaco responsabile di accogliere le visite. Il contadino senza troppi convenevoli, porse in regalo al giovane monaco alcuni grappoli d’uva.

Guerrieri metropolitani (2015)

Guerrieri metropolitani (2015)

Questa settimana, ho letto Guerrieri metropolitani. Combattere fuori per vincere dentro. La filosofia degli sport da combattimento di Salvatore Brizzi, e mi è piaciuto molto come parla dell’EGO e del qui e ora, di come si possono gestire in ogni situazione.

the manor (2021)

the manor (2021)

Questa settimana ho visto, questa volta su prime video, un film americano molto particolare, The Manor. Un thriller ambientato nei nostri giorni, che mischia momenti di vita normale e reale e una storia paranormale con un finale che non avevo mai visto.