bisogni e desideri

Ieri, all’incontro di facciamo pace, come previsto abbiamo continuato a riflettere insieme sull’importanza delle parole che scegliamo per definire e raccontarci il nostro mondo e sugli effetti che hanno sul suo sviluppo.

 Abbiamo parlato, soprattutto, della differenza che fa definire qualcosa che vogliamo, qualcosa di cui sentiamo la mancanza, come un bisogno o come un desiderio.

I bisogni sono cose di cui non possiamo fare a meno. Abbiamo bisogno di aria, di cibo e di relazioni. Abbiamo bisogno dimantenere una certa temperatura nel nostro corpo. I veri bisogni sono pochi e, spesso, ne abbiamo meno bisogno di quanto crediamo.

Quando definisco qualcosa come un bisogno, credo di dover averlo per forza, credo che la mia vita dipenda dal fatto di riuscire a ottenerlo, e mi sento molto debole senza.

Invece, se considero la stessa cosa come un desiderio, è facile che mi senta più forte, che possa immaginare un modo per ottenerlo, che possa prepararmi, cercare una strada e dare tutti i passi necessari per farlo diventare realtà.

Possiamo passare rassegna a tutti i nostri cosidetti bisogni e chiederci se sono veri bisogni o se sono solo delle cose che vorremmo avere, delle cose che crediamo di dover avere, delle cose che pensiamo abbiano tutti o delle cose che pensiamo di meritare per qualche ragione…

Finchè li vediamo come bisogni siamo loro schiavi, disperdiamo le nostre forze e viviamo tra continui sforzi, delusioni e frustrazioni.

Se li vediamo come desideri possiamo fare una gerarchia, dare delle priorità e dei tempi, mettere il cuore in pace su alcuni e concentrarci su altri.

Vi ho incuriosito? Spero di si, vi aspetto martedì!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1) Il maggior freno al cambiamento è in noi stessi...
2) Le cose non migliorano se non cambi te stesso...
3) C’è sempre nuovo formaggio là fuori, che tu ci creda o no...

 

il giardino della mamma

il giardino della mamma

Dicono che c’era una volta un ragazzino che abitava con sua mamma in una abitazione modesta ma circondata da un meraviglioso giardino. l giardino era talmente bello e ricco di fiori che la gente veniva da lontano per ammirarlo.

Il buon amore nella copia (2020)

Il buon amore nella copia (2020)

Tra i libri che ho letto per scrivere la nuova aventura di Felix, dopo Felix e il segreto delle chiavi magiche, uno di quelli che ho amato particolarmente é stato Il Buon Amore nella Coppia, quando uno più uno fa più di due, di Joan Garriga.

Altruisti si diventa (2016)

Altruisti si diventa (2016)

Ok, lo ammetto, devo sfruttare al massimo l’investimento fatto su Netflix, ma bisogna dire che, cercando bene, si trovano dei film carini e particolari. L’ultimo che ho visto è stato Altruisti si diventa con Paul Rudd e Selena Gomez.