Potere alle parole (2019)

Questa settimana voglio parlarvi di un libro di linguistica: Potere alle parole, di Vera Gheno. Una meravigliosa riflessione su, appunto, il potere delle parole e su come possiamo scegliere se ignorarlo o sfruttarlo.

Un bellissimo viaggio per prendere consapevolezza del potere a cui rinunciamo spesso e volentieri quando non facciamo attenzione alle parole che usiamo.

Perchè il linguaggio è uno degli strumenti più potenti che abbiamo ma sembra che, non essendo qualcosa di materiale, non ci rendiamo conto di quanto sia importante prendercene cura.

Con un approccio fresco e curioso, e allo stesso tempo scritto con la precisione di un professionista, passa da chiedersi cos’è il linguaggio e a cosa serve, a cos’è una lingua, come si evolve e chi  “decide” quali sono le norme, gli errori e le zone grigie, parlando dell’italiano ma con riferimenti ad altre lingue per avere una visione più ampia.

C’è spazio per l’osservazione del linguaggio scritto, parlato, quello del web, i foresterismi e quelli comuni solo ad alcuni gruppi, ecc.Una semplice spiegazione di come stanno le cose, e un invito a prendercene cura:

Gli unici responsabili della salute della nostra lingua siamo noi

L’avete letto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Incamminatevi sul sentiero della manifestazione della vostra spiritualità praticando l'amore incondizionato. Realizzerete la divina connessione liberandovi di tutti gli strumenti dell’io: giudizio, ira, moralismo, prediche, odio, rancore...

Wayne W DyerInventarsi la vita

 

Scusate se esisto (2014)

Scusate se esisto (2014)

Oggi voglio parlarvi di nuovo di una commedia italiana con la meravigliosa Paola Cortellesi e un bellissimo e delizioso Raoul Bova gay, Scusate se esisto!. L’ennesima dimostrazione dell’umore che serve per vivere in questo nostro paese con le sue complessità e paradossi.

questione di priorità

questione di priorità

Ieri, all’incontro di facciamo pace, come previsto abbiamo parlato di valori e di priorità. Abbiamo visto chein un mondo complesso come quello in cui viviamo definire le nostre priorità se non vogliamo che le definiscano le circostanze o qualcun’altro.

voglio il gelato

voglio il gelato

Tanti anni fa, quando sono arrivata in Italia, ho fatto l’animatrice volontaria per un progetto di accoglienza di bambini bielorussi. Stavano in Italia due settimane e anche se la sera stavano con le famiglie, durante il giorno li tenevamo tutti insieme e li portavamo in piscina, a giocare, ecc.