Il segreto della felicità (2018)

Anche oggi voglio parlare di un libro di Giulio Cesare Giacobbe, che ho preso da poco… Il Segreto della Felicità. Un libro sulle diverse vie per raggiungere la tanto aspirata felicità che tutti dicono cercare ma pochi trovano.

Può sembrare un argomento difficile ma, come sempre quando a spiegarlo è lui, diventa di una semplicità disarmante. Senza bisogno di sfruttare argomenti spirituali o ricercati, in questo libro Giacobbe spiega come la felicità sia soltanto uno stato mentale che può essere creato e allenato indipendentemente dagli avvenimenti esterni.

E, soprattutto, come per arrivarci ci siano diverse strade, alcune più ripide, perciò più veloci e faticose, e altre più pianeggianti, che hanno bisogno di più tempo ma sono più semplici, più alla portata di tutti.

Ci sono due strade che penso siano le migliori come rapporto difficoltà-velocità:

  • la passione. Quando fai qualcosa che ti appassiona sei felice. Quando vivi con passione sei felice. Quando hai una passione a cui pensare, le difficoltà sembrano meno importanti;
  • la decisione.- mettere la serenità e la felicità al primo posto delle nostre priorità ci rende felici. Siamo noi a scegliere. Come adulti. Non tutti sappiamo essere adulti, la società ci vuole bambini, ma possiamo decidere di riprendere il controllo…

L’avete letto? Vi è piaciuto? Raccontatemi la vostra esperienza con il libro… vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aver bisogno di essere approvato è come dire: vale più il tuo concetto su di me dell'opinione che ho di me stesso.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Nick lo scatenato (1984)

Nick lo scatenato (1984)

Questa settimana voglio parlare di nuovo di un film molto vecchio, con due fantastici Sylvester Stallone e Dolly Parton , Nick lo scatenato. Una bellissima commedia sulle possibilità, sull’allenamento, e sul coaching.

il salto quantico

il salto quantico

Molti coach e guru amano parlare di salti quantici, spesso li dipingono come qualcosa di complicato, di strano, di magico, quasi irragiungibile per molti. Secondo me il salto quantico è qualcosa di semplice (che non vuol dire facile) e ve ne parlerò al prossimo incontro di facciamo pace.

facile, facile

facile, facile

Viviamo in un mondo che è governato, tra altri “concetti” stres-santi e frustranti, dal culto del “facile, facile“. Siamo circondati da apparati e apparecchi che ci rendono la vita più facile ma questo potrebbe tornarci contro come un boomerang.