What men want (2019)

Dopo quasi vent’anni di What women want, nel 2019 hanno fatto il remake e l’hanno chiamato What men want, un film simpatico, molto simile e allo stesso tempo, completamente diverso dal primo. Un film sulle differenze tra gli uomini e le donne, in un mondo molto competitivo… 

Il film racconta la storia di una donna, agente sportivo, che fa di tutto per crearsi una reputazione in un mondo a prevalenza maschile, tra clienti, colleghi, capi… che ha imparato a giocare con le loro regole ma, e a sfruttare qualsiasi arma in suo potere per avere la meglio, negando il suo lato femminile, sensibile e dolce. Fino a quando per effetto di una pozione inizia a sentire i pensieri degli uomini attorno a se.

Un film che fa riflettere sulle cose che diciamo, pensiamo e vogliamo, su quanto uomini e donne siano diversi e allo stesso tempo simili, e su come tutti, alla fine, cerchino qualcuno di cui fidarsi, con cui essere se stessi, senza dover fingere.

Alla fine capisce che quello che c’è nella mente è diverso di quello che c’è nel cuore, e questo è molto più importante.

Se non l’avete visto, ve lo consiglio, è proprio simpatico e, volendo, d’ispirazione.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Annusa spesso il formaggio così da sapere quando sta invecchiando

 

Un amico straordinario (2019)

Un amico straordinario (2019)

La settimana scorsa, mentre cercavo il trailer di Big ho trovato questo film di Tom Hanks che mi era sfuggito quando era uscito: Un amico straordinario, un film che racconta una storia vera, la storia di Fred Rogers, personaggio televisivo amato dai bambini negli Stati Uniti.

cavalcare la tigre

cavalcare la tigre

La settimana scorsa abbiamo parlato della terapia narrativa come un modo di viaggiare nel tempo ma, forse sarebbe più accurato ancora parlare di questi esercizi come di viaggi nella nostra immaginazione.

i nostri maestri

i nostri maestri

Ieri, durante la cena, mi sono riferita a una persona come ad uno dei miei “maestri” e mia figlia mi ha detto qualcosa tipo “non credo che tu possa imparare molto da certe persone, non vorrei che diventassi come loro”. Il commento mi ha fatto sorridere e mi ha ispirato questo post su cosa intendo con la parola maestro.