Vi presento Joe Black (1998)

Oggi la mia parte romantica ha pensato di parlarvi di un bel film, rivisto su Netflix, Vi presento Joe Black (1998), con Brad Pitt, Anthony Hopkins e Claire Forlani. Una storia sulla vita e la morte, sull’amore, la famiglia e il successo.

Il film racconta la storia di  William “Bill” Parrish, grande magnate delle telecomunicazioni, uomo che è riuscito ad avere tutto dalla vita: denaro, successo e una splendida famiglia. Fino a quando la sua idilliaca realtà viene improvvisamente sconvolta dall’arrivo di uno sconosciuto, una specie di angelo della morte incuriosito dai suoi racconti sulle emozioni della vita.

É un che film ha riscosso pareri contrastanti dalla critica, c’è chi l’ha amato per le performance e chi ha criticato l’eccessiva durata e la lentezza della sceneggiatura. Per me è una poesia lunga e dolce, , un’inno alla vita da rivedere ogni tanto per non dimenticarci di quello che abbiamo…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nulla al mondo è normale. Tutto ciò che esiste è un frammento del grande enigma.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Prendi in mano la tua vita (2020)

Prendi in mano la tua vita (2020)

Questa settimana mi è caduto tra le mani un libro di Ettore Amato, Prendi in mano la tua vita: 11 passi per realizzare i tuoi sogni. Mi è piaciuto veramente tanto, è un bel rissunto di tante strategie e tecniche, frutto del suo lavoro, raccontato in maniera molto semplice e pieni di esercizi pratici.

Momenti di trascurabile felicità (2019)

Momenti di trascurabile felicità (2019)

Questa settimana, per caso su Nextflix, ho visto un bellissimo film italiano, Momenti di trascurabile felicità, diretto da Daniele Luchetti, con Pif e Thony, basato sull’omonimo libro di Francesco Piccolo sulla vita e la morte, sulle scelte che facciamo quando pensiamo di vivere per sempre.

due domande

due domande

Ieri, al nostro incontro, ancora online, di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, abbiamo parlato di potere, di quelle cose che vorremmo fare ma non facciamo, perchè crediamo di non potere o di non dovere fare.