vendere l’anima al diavolo

30 Nov 21

Quando diciamo di qualcuno che “ha venduto l’anima al diavolo”, normalmente, parliamo di qualcuno che ha molto successo, che è molto bravo in qualcosa, che ha accumulato tanti soldi o che sembra non invecchiare… Vengono visti come dei vincenti, anche se questa è una lettura molto superficiale.

Non ho mai sentito nessuno parlare del dolore che può portare un uomo a volere siglare un accordo del genere, della disperazione che può portare una persona a rinunciare al futuro più a lungo termine che esista per poter avere un presente migliore.

Continuiamo a fermarci alla superficialità e a confondere le apparenze con la sostanza, vediamo delle persone che fanno dimostrazioni di forza e crediamo che siano persone forti. Vediamo delle persone che si comportano in maniera aggressiva e pensiamo che l’aggressività parta da loro. Non ci chiediamo da dove arrivi, come l’abbiano accumulata, chi sia stato aggressivo con loro prima.

Ogni risposta esagerata all’ambiente è frutto di un ambiente esagerato in cui si è sviluppata. A noi sembra sproporzionata perchè vediamo solo l’esplosione finale del processo e non conosciamo come si è sviluppata. Spesso confondiamo le reazioni con iniziative, ma sono convinta che nessuno si comporta male se crede di poter comportarsi bene. È una questione di economia e di sforzi.

La buona notizia è che possiamo vedere oltre, che possiamo osservare oltre quello che vede la maggioranza, e avere una marcia in più. Quando tutti si fermano alla superficie, quando la superficie diventa limitante, se noi andiamo oltre possiamo trovare potenzialità nascoste.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a capire che c’è qualcosa oltre a quello che vediamo, a smettere di insistere e di spingere quando vediamo che non serve a niente, e a cercare la chiave e il buco della serratura che può permetterci di aprire la porta. Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Vecchie convinzioni non ti portano a nuovo formaggio

 

La palestra dell’autostima (2021)

La palestra dell’autostima (2021)

Questa settimana voglio parlarvi del libro La palestra dell’autostima. Sette passi per conquistare il rispetto che meriti, di Gabrielle Fellus, un libro che insegna e invita a difendersi in ogni situazione, proporzionatamente, da ogni maltrattamento, che sia verbale, mentale o fisico.

il naufrago

il naufrago

Dicono che c’era una volta un naufrago che aveva perso tutto, quando, dopo una terribile tempesta, la nave su cui si trovava era affondata in mezzo al nulla ed al mattino era riuscito a nuotare e a mettersi in salvo su un’isola deserta.

Le stagioni dell’anima (2022)

Le stagioni dell’anima (2022)

Questa settimana voglio parlarvi di un libro di quest’anno, di Sharon M. Koenig, Le stagioni dell’anima. 7 passi per scoprire il senso della tua vita, un libro di spiritualità semplice e pratico, che offre risposte alle domande che ci facciamo sempre di più in questo periodo.