Una spia e mezzo (2016)

Dopo che l’ho citato ieri parlando delle 10.000 ore ho pensato di parlarvi un po’ di più su questo film con The Rock, Una spia e mezzo. Un film che racconta la storia di due compagni di liceo dal cuore tenero, quello cicciotello che veniva preso in giro dai bulli e quello che era il più popolare e amato della scuola.

Il film, infatti, inizia con un momento di bullismo in cui dei ragazzi buttano in mezzo alla pista di basket, nudo davanti a tutti, quel ragazzino cicciotello e sensibile colpevole soltanto di non essere magro e di cantare e ballare sotto la doccia. E in cui, fra le risate di tutti, l’unico che lo aiuta è il capitano della scuadra che gli da la sua giaca per coprirsi.

E poi fa un salto di vent’anni in cui il ragazzo che era la promessa del liceo è diventato tutto l’opposto del previsto, con una vita banale, una fidanzata che ha un lavoro meglio del suo e dei colleghi che lo prendono in giro. Ed il cicciotello è diventato una spia della CIA tutto muscoli che torna e lo stravolge coinvolgendolo in un’avventura inaspettata.

Chiaramente quello che ho amato di più è stato il ruolo di Dwayne Johnson che, come fa spesso nei film, non da nessuna importanza ai muscoli ma ammira il cervello e quello che non si vede…

E anche il fatto che l’altro ragazzo, fino all’ultimo non riesce a recuperare quella fiducia in se stesso, nelle sue capacità, nelle sue intuizioni, ecc. che serve per poter eccellere, per poter dare del proprio meglio e ottenere quello che corrisponde di conseguenza.

Lo avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Secondo accordo: Non prendere nulla in modo personale. Anche al centro dell’inferno, sperimenterete pace interiore e felicità. Starete nella vostra beatitudine e l’inferno non potrà toccarvi.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Pazzo di lei (2021)

Pazzo di lei (2021)

Anche qesta settimana, per caso su Nextflix, ho visto un bellissimo film, questa volta spagnolo, Pazzo per lei, un film molto profondo e allo stesso tempo leggero, che fa commuovere e allo stesso tempo pensare, sull’amore, sulle difficoltà, sulle aspettative e sulla normalità.

lo scemo del villaggio

lo scemo del villaggio

Dicono che c’era una volta un villaggio sperduto in cui l’attrazione turistica principale era lo scemo del villaggio, al quale i turisti e le persone del luogo, erano soliti prendere in giro, per l’ignoranza che sfoggiava del valore delle monete.

Prendi in mano la tua vita (2020)

Prendi in mano la tua vita (2020)

Questa settimana mi è caduto tra le mani un libro di Ettore Amato, Prendi in mano la tua vita: 11 passi per realizzare i tuoi sogni. Mi è piaciuto veramente tanto, è un bel rissunto di tante strategie e tecniche, frutto del suo lavoro, raccontato in maniera molto semplice e pieni di esercizi pratici.

Momenti di trascurabile felicità (2019)

Momenti di trascurabile felicità (2019)

Questa settimana, per caso su Nextflix, ho visto un bellissimo film italiano, Momenti di trascurabile felicità, diretto da Daniele Luchetti, con Pif e Thony, basato sull’omonimo libro di Francesco Piccolo sulla vita e la morte, sulle scelte che facciamo quando pensiamo di vivere per sempre.