superare gli ostacoli

Non ricordo esttamente in quale dei libri di Emmet Fox che ho letto in questi ultimi mesi c’era una frase che mi ha colpito moltissimo, diceva qualcosa tipo “se la tua preghiera non funziona perchè c’è un ostacolo, prega prima, per un po’, per la sparizione dell’ostacolo”.

Infatti, se pensiamo ad una qualunque gara ad ostacoli, quelli che gareggiano si concentrano in ogni ostacolo per superarlo, perchè solo superandoli tutti si piò vincere la gara. Invece nella vita, spesso, quando troviamo un ostacolo, lo usiamo per fermarci, per arrenderci, per lasciar perdere.

I problemi diventano scuse. E declassiamo tutti i nostri voglio alla categoria di vorrei. Vorrei guadagnare più soldi ma in questa azienda è impossibile. Vorrei essere tranquilla ma vivendo con mia madre non riesco. Vorrei innamorarmi di un uomo ma tutti quelli che incontro sono uguali. In ogni caso c’è un ostacolo e noi, invece di cercare il modo di toglierlo dalla nostra strada, lo rendiamo così forte da dimenticare qual era il nostro obbiettivo.

Ma non è colpa nostra, ci è stato insegnato così, da i nostri genitori, quando volevamo fare qualcosa che loro non volevano e hanno usato delle scuse, più o meno condivisibili, per fermarci. A scuola, quando abbiamo avuto idee nostre e abbiamo voluto fare qualcosa di diverso e qualcuno ha usato delle difficoltà per fermarci. E da lì, in ogni ambito. Molte volte. Fino a quando non è diventato il nostro modo abituale di reagire.

La buona notizia è che, senza rendersi conto, ci hanno anche insegnato come superare o aggirare i problemi quando avevano interesse nella nostra riuscita. Ci hanno insegnato a studiare per gli esami che non ci piacevano perchè “alla fine” avremmo avuto un diploma. Ci hanno insegnato a usare la nostra creatività per cercare delle soluzioni alternative per raggiungere i loro obbiettivi, quando con le loro teste non le trovavano.

 Il mio invito possitivo di  oggi è proprio a imparare ad usare questa creatività quando conviene a noi, anche se non tutti sono d’accordo. A prenderci la nostra responsabilità e decidere cosa vogliamo, per quale strada vogliamo arrivarci e come affrontare ogni ostacolo nel nostro percorso. cadendo e rialzandoci tutte le volte che sarà necessario, sbagliando e imparando, . Che ne dite? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Sii scettico, ma impara ad ascoltare. Non credere a te stesso e a nessun altro

Don Miguel RuizDon Miguel RuizIl Quinto Accordo

 

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tutto normale il prossimo natale (2021)

Tra un mese è Natale e, siccome io amo il Natale ho iniziato a guardarmi i film di Natale di quest’anno con un film Brasiliano, Tutto normale il prossimo Natale, un film sullo spirito del Natale, particolare, che ha incantato persino me che non amo la comicità brasiliana.

l’ordine delle cose

l’ordine delle cose

Dicono che c’era una volta un uomo molto saggio a cui tutti andavano a chiedere consiglio e parole di conforto per ogni occassione. Dicono che una volta uno dei signori più ricchi del luogo gli chiese una frase importante per conmemorare la nascita del suo primo nipote.

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

La tua parola è una bacchetta magica (1927)

Questa settimana, ho letto un’altro libro di Florence Scovel Shinn, questa volta ho letto La tua parola è una bacchetta magica, un po’ come il gioco della vita, un compendio di rifflessioni, affermazioni e storie sulla legge di attrazione e il New Thought.