studiare

02 Feb 21

Spesso parliamo di disimparare e di imparare perchè, per me, per la scuola che seguiamo in questo blog, la nostra vita è una specie di  vacanza studio in una scuola molto particolare con percorsi individuali in un contesto comune con gli altri esseri umani.

Le differenze più importanti tra questa scuola e quelle degli uomini, a cui siamo più abituati, sono tre: che non ci sono i libri di testo, per garantire un insegnamento molto personalizzato; che non ci sono gli insegnanti che ci spieghino i concetti già masticati prima di fare gli esercizi, invece ci troviamo nelle situazioni e dobbiamo trarre da soli le nostre conclusioni; e che dobbiamo usare sia la mente che il cuore per poter comprendere veramente i concetti.

Infatti, così come nella scuola degli uomini lo strumento principale sono le parole, in quella dell’universo, sono le emozioni. Siamo abituati a che in un esame a scuola basta dire le parole giuste per avere un buon voto e passare di livello. Per le prove dell’universo bisogna anche sentire le emozioni giuste.

Lo so, sembra molto difficile ma, come ci insegnava il Dr. Strange, per qualsiasi materia, per esoterica e “diversa” che sembri, c’è un metodo che è sempre infallibile: lo studio e la pratica.

 Una volta che sappiamo che il punto cruciale sono le emozioni, ci manca solo un’altro aspetto. L’obbiettivo è imparare a sentirle e non rinnegarle, nasconderle o evitarle quando si interpongono fra noi e i nostri desideri.

Il mio invito possitivo di oggi è proprio a capire come ci sentiamo, in ogni momento, a riprendere il contatto con il nostro cuore e le nostre emozioni, per vivere una vita più piena e a smettere di rilegare parti di noi. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ma cosa facciamo, in genere, quando abbiamo un sentimento negativo? "È colpa sua. Deve cambiare". No! Il mondo è a posto. Chi deve cambiare siete voi.

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.