poveri noi

poveri noi

Dicono che c’era una volta un professore che tutti ammiravano per la sua magnanimità e la sua saggezza. Studenti di ogni tipo e di ogni scuola arrivavano con i quisiti più difficili, paradossi ed enigmi che solo lui poteva aiutare a svelare.

richiesta di attenzioni

richiesta di attenzioni

Dicono che c’era una volta una donna molto saggia, di mezza età, che era sempre pronta a condividere con altre mamme la sua saggezza con empatia e tenerezza. Arrivavano da ogni dove con domande e problemi che non riuscivano a superare.

nuotare

nuotare

Dicono che c’era una volta un dotto professore, uno dei luminari più importanti del mondo, che veniva spesso invitato a tenere lezioni in tante università e circoli, era stato persino candidato al premio Nobel.

troppi soldi

troppi soldi

Dicono che c’era una volta un artigiano molto noto nella sua città. Un pomeriggio, mentre spiegava il mestiere al suo apprendista, arrivò un cliente, chiese un preventivo per un lavoro e, quando sentì il prezzo, disse “mi sembrano un po’ troppi soldi per un lavoro così piccolo”…

l’ottavino

l’ottavino

Dicono che c’era una volta una orchestra famosa, conosciuta da tutti perché la loro musica era perfetta, speciale, unica, e suonava come una melodia celestiale. Ovunque suonavano, il pubblico rimaneva sempre affascinato…

il tuo nemico è morto

il tuo nemico è morto

Dicono che c’era una volta una azienda come tante, che con gli anni e l’inerzia, era diventata un po’ stagnante. Le persone lavoravano ma non al loro meglio, facevano il minimo e il mercato non sempre perdonava. Il proprietario era così disperato chee chiese aiuto a suo figlio che studiava per diventare coach.

non ascoltano

non ascoltano

Dicono che c’era una volta un insegnante giovane che andò dal suo maestro per chiedergli aiuto con un problema che non riusciva a risolvere. La scuola in cui doveva insegnare era molto bella, i suoi allievi erano molto intelligenti, ma spesso non ascoltavano…

non meditiamo abbastanza

non meditiamo abbastanza

Dicono che c’era una volta un’uomo d’affari che, stanco dalla sua vita, decise di andare in India e diventare monaco alla ricerca dell’illuminazione. Si informò sulle statistiche di ogni monastero e scelse quello che gli sembrò il migliore…

piove sempre sul bagnato

piove sempre sul bagnato

Dicono che c’era una volta un gruppo di giovani universitari un po’ particolare, nell’intervallo fra lezioni, invece di uscire per fumare e ditrarsi, loro discuttevano di argomenti “seri”, a volte di politica, di economia, di giustizia…

un campo di lamponi

un campo di lamponi

Dicono che c’era una volta un gruppo di ragazzi che, ogni anno, cercava un luogo per fare una settimana di campeggio in una delle valli che circondavano la loro città. Un estate, per caso, trovarono un posto fantastico vicino ad un campo di lamponi.

le mucche non danno latte

le mucche non danno latte

Dicono che c’era una volta, in un monsatero, due discepoli che discuttevano, uno proveniva da una famiglia più ricca e, per questa ragione, pretendeva di essere superiore all’altro. Il maestro gli ascoltò e poi disse: Le mucche non danno latte.

il pacco di biscotti

il pacco di biscotti

Dicono che c’era una volta una giovane che stava aspettando il suo volo nella sala d’attesa di un grande aeroporto. Siccome avrebbe dovuto aspettare per molto tempo, comprò un libro e un pacchetto di biscotti per ammazzare il tempo, e andò a sedersi nella sala VIP per stare più tranquilla.

leggere

leggere

Dicono che c’era una volta un uomo tormentato da dubbi che chiese al suo maestro qual’era lo scopo della lettura. Maestro, disse, leggiamo moltissimi libri, ma dimentichiamo la maggior parte di essi. Perchè lo facciamo?

con le mani

con le mani

Dicono che c’era una volta una ragazzina che conviveva con un terribile mal di schiena che non si riusciva a curare. Si sentiva come una vecchia e decise di chiedere alla nonna, che aveva problemi simili.

mille cagnolini

mille cagnolini

Dicono che c’erano alcune case, mezze demolite, vicino al porto di una piccola città. In una notte di tempesta, in cui l’aria era particolarmente fredda, piovosa e ventosa, arrivò un piccolo cagnolino che si era perso.

il vaso vuoto

il vaso vuoto

Dicono che c’era una volta, un giovane operaio che viveva in un regno d’oriente. Lavorava il rame, fabbricava magnifici utensili che vendeva al mercato. Era felice e l’unica cosa che ancora gli mancava era trovare la donna della sua vita.

le monete sbagliate

le monete sbagliate

Dicono che c’era una volta, un ragazzo che diceva che nulla gli andava bene nella vita. Era nato in una famiglia povera, il suo papà era mancato quando era piccolo e a scuola non riusciva a capire tutto perchè aveva sempre sonno, giacchè doveva aiutare la mamma, sarta, che lavorava da casa.

sirene e balene

sirene e balene

Dicono che c’era una volta, qualche tempo fa, sulla vetrina di una palestra, comparve un manifesto che rappresentava una ragazza molto bella, alta e magra, accompagnata dalla scritta “QUEST’ESTATE VUOI ESSERE SIRENA O BALENA?”. Si dice che una donna, di cui non ci è pervenuta la tipologia fisica ha risposto alla domanda in questi termini :

le quattro spose

le quattro spose

Dicono che c’era una volta un re che aveva quattro spose: Lui amava soprattutto la sua ultima moglie, le faceva tanti regali e passava molto tempo con lei, ma amava anche la terza moglie che era quella che aveva più paura di perdere e la seconda che era la sua confidente, ma spesso ignorava la prima.

il giardino della mamma

il giardino della mamma

Dicono che c’era una volta un ragazzino che abitava con sua mamma in una abitazione modesta ma circondata da un meraviglioso giardino. l giardino era talmente bello e ricco di fiori che la gente veniva da lontano per ammirarlo.

affrontare la pausa

affrontare la pausa

Dicono che c’era una volta un ragazzo che voleva diventare monaco ma quando fu al monastero gli dissero che prima doveva prepararsi. Avrebbe dovuto stare da solo due mesi nella sua casa e poi l’avrebbero ammesso.

fragilità e protezione

fragilità e protezione

Dicono che c’era una volta una donna che ebbe due gemelli, un giorno, uno dei due neonati rischiò di morire per una malattia infettiva. Da allora sua mamma aveva giurato di proteggerlo e di tenere lontano tutto quello che poteva ferirlo.

al lupo

al lupo

Dicono che c’era una volta, in un villaggio nelle montagne, un pastore che, ogni tanto, mandava suo figlio a fare la guardia alle pecore. Il ragazzino si annoiava tanto, mentre pensava agli amici giù in valle che decise di vendicarsi facendo uno scherzo.

balliamo?

balliamo?

Dicono che una volta c’era una anziana molto saggia e molto dolce che abitava in una casetta vicino al mare. La sua casa non era molto grande e non un lavoro molto importante ma, chiunque avesse bisogno poteva bussare alla sua porta per chiederle un consiglio.

cucire a mano

cucire a mano

Dicono che una volta ci fu una quarantena terribile in un paese molto grande. Tutti erano a casa, non si poteva andare a lavorare, nè a scuola, nè a trovare amici o parenti. ognuno doveva stare a casa sua senza vedere nessun’altro.

il debito

il debito

Dicono che c’era un piccolo paesino in cui tutti erano indebitati con tutti e nessuno sapeva come fare ripartire l’economia. Tutti erano sempre più tesi, e arrabbiati, e vedevano nemici ovunque, e non vedevano nessuna uscita.

paura di ammalarsi

paura di ammalarsi

Dicono che c’erano, alle origini dell’umanità, due tipi diversi di coscenza, una addormentata che si era disconnessa, che chiamavano l’Ombra perchè era rimasta attaccata al passato e una sveglia e ancora connessa che chiamavano la Luce.

luce e ombra

luce e ombra

Dicono che c’erano, alle origini dell’umanità, due tipi diversi di coscenza, una addormentata che si era disconnessa, che chiamavano l’Ombra perchè era rimasta attaccata al passato e una sveglia e ancora connessa che chiamavano la Luce.

obiettivi comuni

obiettivi comuni

Dicono che c’era una volta un preside preoccupato perchè i suoi allievi erano sempre più competitivo fra di loro, non si aiutavano, facevano fatica a fare lavoretti e ricerche di gruppo. Quando iniziarono a snobbare i più deboli e lenti decise che bisognava fare qualcosa.

i due lupi

i due lupi

Dicono che c’era una volta un anziano Cherokee che, seduto alla porta della sua tenda, osservava i ragazzini giocare alla guerra. Ad un certo punto i più piccoli si arrabbiarono così tanto da dire che non avrebbero giocato mai più con i grandi.

quando ero giovane

quando ero giovane

Dicono che c’era una volta un ragazzino molto intelligente, che stava antipatico a tutti. Sapeva sempre come risolvere ogni problema, e cosa era meglio per tutti. Ma troppo spesso era scorbutico e litigioso.

la diga

la diga

Dicono che c’era una volta un paesino piccolo che, per paura di essere conquistato, cercava di farsi notare fra i paesi più grandi. I suoi governanti pensavano solo a questo, per loro era persino più importante delle piccole cose e della quotidianità.

sono solo poche fermate

sono solo poche fermate

Dicono che c’era una volta una donna anziana e gentile che salì su un pullman e si sedete serenamente in uno dei sedili dietro all’autista. La donna mise la sua piccola borsettina sulle sue gambe si mise a guardare dal finestrino sorridendo.

la rana bollita

la rana bollita

Dicono che c’erano una volta, dei ragazzi che discuttevano di politica in aula mentre aspettavano il professore. Si parlava di fascismo, socialismo, comunismo, democrazia, complottismo, e altre possibilità e forme di governo.

mi sposo

mi sposo

Dicono che c’era una volta, un saggio e venerato maestro, noto per la sua bontà nei confronti di tutti gli esseri viventi, che arrivò ad un monastero e chiese di essere ospitato per qualche giorno.

quanti reni abbiamo

quanti reni abbiamo

Dicono che molti anni fa all’università di medicina, c’era un professore che era il panico di tutti gli allievi del primo anno, per la sua prepotenza, per la sua arroganza e per i modi che aveva di umiliarli invece di aiutarli a crescere.

anche io amo gli animali

anche io amo gli animali

Dicono che c’era una volta, un saggio e venerato maestro, noto per la sua bontà nei confronti di tutti gli esseri viventi, che arrivò ad un monastero e chiese di essere ospitato per qualche giorno.

mio marito non mi ama più

mio marito non mi ama più

Dicono che molti anni fa c’era un prete che sapeva tutto sulle relazioni e sull’animo umano. Sapeva consigliare agli uomini, alle donne, ai genitori, ai figli, con la stessa facilità e serenità. Diceva che per lui non c’erano differenze, erano tutte persone.

la dignità

la dignità

Dicono che moltissimi anni fa, in una scuola di filosofia, un allievo rifletteva sul paradosso di Epicuro. Dopo che l’aveva sentito a lezione la prima volta, non poteva smettere di pensarci, ne aveva parlato con insegnanti e compagni di classe. Era convinti ci fosse una soluzione e voleva trovarla.

paradosso di epicuro

paradosso di epicuro

Dicono che moltissimi anni fa, in una scuola di filosofia, un allievo rifletteva sul paradosso di Epicuro. Dopo che l’aveva sentito a lezione la prima volta, non poteva smettere di pensarci, ne aveva parlato con insegnanti e compagni di classe. Era convinti ci fosse una soluzione e voleva trovarla.

i regali nello sgabuzzino

i regali nello sgabuzzino

Dicono che un sei gennaio, un postino suonò alla porta di una . Mancavano cinque giorni a Natale. Aveva fra le braccia un grosso pacco avvolto in carta preziosamente disegnata e legato con nastri dorati. L’avevano avvertito di fare attenzione perchè era molto costoso.

scritto nella sabbia

scritto nella sabbia

Dicono che c’era una volta un giovane monaco che ricevete la visita di suo fratello, i due erano cresciuti insieme da piccoli e, anche se si erano allontanati, ancora erano tanto legati, perciò ebbe il permesso per portarlo a fare un viaggio insieme.

aggiustare il mondo

aggiustare il mondo

Dicono che c’era una volta uno scienziato molto bravo che viveva chiuso nel suo laboratorio cercando di trovare una formula per aggiustare il mondo. Gli anni passavano e la cosa sembrava sempre più difficle.

dottore, non sto bene

dottore, non sto bene

Dicono che c’era una volta, un uomo che andò dal dottore perchè non stava bene, aveva un malessere non facile da identificare, che gli stava rendendo la vita impossibile. Era iniziato come qualcosa di molto leggero ma era peggiorato ogni giorno.

è impossibile

è impossibile

Dicono che c’era una volta, un uomo molto ricco che invitò Nasrudin ad una battuta di caccia. Siccome voleva fare vedereche era importante, diede al saggio un cavallo molto lento. Il mullah non disse niente ma poco dopo tutti gli altri andarono veloci e lui rimase indietro.

acqua e sale

acqua e sale

Dicono che c’era una volta un anziano maestro stanco dei costanti dubbi e delle lamentele di uno dei suoi discepoli. Vedeva solo il lato negativo delle cose e si rifiutava di ascoltare nulla che non fosse quello che sperava di sentire.

il cavallo giusto

il cavallo giusto

Dicono che c’era una volta, un uomo molto ricco che invitò Nasrudin ad una battuta di caccia. Siccome voleva fare vedereche era importante, diede al saggio un cavallo molto lento. Il mullah non disse niente ma poco dopo tutti gli altri andarono veloci e lui rimase indietro.

chi sposare

chi sposare

Dicono che c’era una volta, in un regno d’oriente, un ragazzo appena uscito dalla scuola, brillante e deciso, che voleva avere il maggiore successo nella vita. Era stato eccellente da studente e voleva continuare ad esserlo da adulto.

l’albero confuso

l’albero confuso

Dicono che c’era una volta un bellissimo giardino con dei cigliegi, meli, aranci, peri, bei roseti, tutti felici e soddisfatti. In quel giardino tutti erano allegri, tranne un albero. Il povero albero aveva un problema: non sapeva chi fosse..

sassolini

sassolini

Dicono che c’era una volta un uomo che si sentiva molto sfortunato. Aveva un lavoro ma non gli piaceva, aveva una famiglia ma avrebbe voluto che fosse più numerosa. Aveva una moglie ma avrebbe voluto che fosse più bella. Anche lui avrebbe voluto essere più bello.

il figlio morto…

il figlio morto…

Dicono che c’era una volta, un padre che viveva con suo figlio un una casetta vicina ad un paese piccolo e perso nelle montagne. Vivevano da soli da quando la madre era morta e avevano pochi contatti con altre persone.

amore paterno

amore paterno

Dicono che c’era una volta, una direttrice che, alla riunione dei genitori della scuola, sottolineava l’importanza del sostegno che i genitori devono dare ai figli. Parlava di tempo di qualità, di fare cose insieme e di accumulare esperienze e ricordi.

vincere

vincere

Dicono che c’era un tempo, molto tempo fa, in cui l’amore e la paura lottavano per i cuori degli uomini. L’amore era molto più forte e la paura stava per essere sconfitta quando ebbe l’idea più terrificante di tutte e stravolse il mondo.