Storia di un matrimonio (2019)

Ogni anno dopo gli Oscar amo vedere alcuni dei film che hanno vinto, e quest’anno c’erano diversi che valgono la pena. Per iniziare oggi voglio parlare di Storia di un matrimonio. Un film diverso sull’amore, in tutte le sue versioni, amore per se stessi, per i compagni, per i figli.

Inizia presentandoci i personaggi e la loro vita in comune con una lettera in cui ognuno racconta quello che ama di più dell’altro, come primo passo di quello che sembra una seduta di terapia di coppia.

A metà seduta lei decide di non continuare e si passa alla rottura definitiva, torna nella sua città natale, dalla sua famiglia e lui si trova catapultato in una realtà mai immaginata prima. Entrano in gioco avvocati e giudici, e ognuno finisce per tirar fuori il peggio di sè.

Ve ne parlo perchè mi è sembrato molto credibile, è facile per lo spettatore inmedessimarsi in ogni personaggio, comprendere le sue emozioni e persino perchè fa quello che fa anche quando sbaglia.

E anche perchè, mentre stanno litigando per la custodia, ci fanno vedere come sia impossibile giudicare da esterni una famiglia, una mamma, un papà, perchè ognuno ha i suoi punti forti e deboli ma non si possono estrapolare dall’insieme, non c’è un modo “giusto” di fare la mamma o il papà.

L’avete visto? Vi è piaciuto? Se no, ve lo consiglio…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Annusa spesso il formaggio così da sapere quando sta invecchiando

 

Cio che dai ritorna sempre

Cio che dai ritorna sempre

Dicono che c’era una volta un contadino tibetano che bussò alla porta del vicino monastero. Come di prassi, le porte vennero aperte dal monaco responsabile di accogliere le visite. Il contadino senza troppi convenevoli, porse in regalo al giovane monaco alcuni grappoli d’uva.

Guerrieri metropolitani (2015)

Guerrieri metropolitani (2015)

Questa settimana, ho letto Guerrieri metropolitani. Combattere fuori per vincere dentro. La filosofia degli sport da combattimento di Salvatore Brizzi, e mi è piaciuto molto come parla dell’EGO e del qui e ora, di come si possono gestire in ogni situazione.

the manor (2021)

the manor (2021)

Questa settimana ho visto, questa volta su prime video, un film americano molto particolare, The Manor. Un thriller ambientato nei nostri giorni, che mischia momenti di vita normale e reale e una storia paranormale con un finale che non avevo mai visto.

l’universo in tasca

l’universo in tasca

Dicono che c’era una volta un grande guerriero, famoso perchè vinceva le battaglie con facilità. I suoi omini che lo ammiravano tanto che avrebbero dato la vita per lui. Dicevano che era rigido ma giusto, che aveva i piedi per terra ma anche un tocco magico.