stanchezza

28 Jul 20

In questo momento storico, ancora di più dopo la pandemia, uno dei problemi più diffusi e anche socialmente accettati quando non persino apprezzati e idealizzati è la stanchezza. Tutti sono stanchi, e se tu non lo sei, sei tu il problema.

Per alcuni si tratta di stanchezza fisica, per altri di stanchezza psicologica, o emotiva. In ogni caso, la stanchezza è sempre legata ad uno squilibrio fra quel che facciamo, pensiamo o sentiamo e quel che vogliamo o crediamo di dover fare, pensare, sentire.

La stanchezza è il risultato di uno sforzo sproporzionato, che, spesso viene fatto in maniera continua fino allo sfinimento, perchè ci hanno detto che, se non funziona dobbiamo sforzarci di più. E qualche volta è anche vero, ma la maggior parte delle volte non lo é.

Se ci pensiamo bene, quando facciamo qualcosa perchè “si deve” lo facciamo perchè crediamo che otterremo qualcosa in cambio. C’è sempre una motivazione che può essere altruista o egoista, che possiamo usare per capire se stiamo ottenendo risultati o meno. Se sta funzionando o meno.

Quando non funziona, invece di spronarci per rincarare la dose, potremmo cambiare strategia e provare a fare qualcosa di diverso, potremmo trovare qualcosa che richieda meno sforzo, più funzionale, o persino tutte e due le cose.

Il mio invito possitivo di oggi è a pensare un po’ di più prima di insistere ciecamente con le stesse mosse, cercare di comprendere meglio, di aumentare la nostra consapevolezza per diventare più forti e ottenere veramente quel che desideriamo. Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

1) Il maggior freno al cambiamento è in noi stessi...
2) Le cose non migliorano se non cambi te stesso...
3) C’è sempre nuovo formaggio là fuori, che tu ci creda o no...

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.