Solo business felici (2015)

16 Oct 20

I n questi giorni in cui tutto sta cambiando, di nuovo, e fare le solite cose diventa sempre più complicato, ho pensato di rileggere e di parlarvi di un’altro libro di Paolo Borzacchiello, Solo business felici, come l’omonima pagina di facebook.

Come sempre, Borzacchiello, con il suo personalissimo stile, ci parla delle convinzioni limitanti e dei preconcetti che possono farci la vita impossibile, perchè parla di lavoro che occupa una grande parte del tempo e dei nostri pensieri, anche nel resto del tempo, tanto se siamo imprenditori come se no.

Già nell’introduzione, parte da un elenco di tre (un numero magico come spiega più avanti nel libro) idee che frenano la maggioranza di noi:

  1. Per avere successo devi fare una fatica immensa, o svolgere un lavoro durissimo;
  2. esser bravissimi nella vendita, nella comunicazione o nel business significa diventare un cinico bastardo senza scrupoli;
  3. il lavoro è lavoro e la vita privata è la vita privata.

 E ci propone un elenco di convinzioni potenzianti alla base dell’idea di solobusinessfelici:

  1. Per avere successo, devi divertirti un sacco. Sennò, non è vero successo. Il successo pieno è solo quando, ti rende anche il felice;
    2. Puoi essere un mago della vendita, e della strategia senza diventare una carogna. Anzi: puoi usare le tue abilità per migliorare la tua vita e quella degli altri.
    3. Non c’è soluzione di continuità fra lavoro e vita: se il lavoro va male, andrà male anche la tua vita privata. E viceversa. La storia dei “problemi fuori dalla porta” non funziona, nel lungo periodo.

E poi va avanti con 55 idee che spiegano meglio “come farlo”. Se non l’avete letto ve lo consiglio, se lo leggete ditemi cosa ne pensate, vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

1) Il maggior freno al cambiamento è in noi stessi...
2) Le cose non migliorano se non cambi te stesso...
3) C’è sempre nuovo formaggio là fuori, che tu ci creda o no...

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.