Solo business felici (2015)

I n questi giorni in cui tutto sta cambiando, di nuovo, e fare le solite cose diventa sempre più complicato, ho pensato di rileggere e di parlarvi di un’altro libro di Paolo Borzacchiello, Solo business felici, come l’omonima pagina di facebook.

Come sempre, Borzacchiello, con il suo personalissimo stile, ci parla delle convinzioni limitanti e dei preconcetti che possono farci la vita impossibile, perchè parla di lavoro che occupa una grande parte del tempo e dei nostri pensieri, anche nel resto del tempo, tanto se siamo imprenditori come se no.

Già nell’introduzione, parte da un elenco di tre (un numero magico come spiega più avanti nel libro) idee che frenano la maggioranza di noi:

  1. Per avere successo devi fare una fatica immensa, o svolgere un lavoro durissimo;
  2. esser bravissimi nella vendita, nella comunicazione o nel business significa diventare un cinico bastardo senza scrupoli;
  3. il lavoro è lavoro e la vita privata è la vita privata.

 E ci propone un elenco di convinzioni potenzianti alla base dell’idea di solobusinessfelici:

  1. Per avere successo, devi divertirti un sacco. Sennò, non è vero successo. Il successo pieno è solo quando, ti rende anche il felice;
    2. Puoi essere un mago della vendita, e della strategia senza diventare una carogna. Anzi: puoi usare le tue abilità per migliorare la tua vita e quella degli altri.
    3. Non c’è soluzione di continuità fra lavoro e vita: se il lavoro va male, andrà male anche la tua vita privata. E viceversa. La storia dei “problemi fuori dalla porta” non funziona, nel lungo periodo.

E poi va avanti con 55 idee che spiegano meglio “come farlo”. Se non l’avete letto ve lo consiglio, se lo leggete ditemi cosa ne pensate, vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ma cosa facciamo, in genere, quando abbiamo un sentimento negativo? "È colpa sua. Deve cambiare". No! Il mondo è a posto. Chi deve cambiare siete voi.

 

I lunedì al sole (2002)

I lunedì al sole (2002)

Questa settimana, in questo clima di desunione che sembra stia toccando picchi molto forti, mi sono guardata I lunedì al sole, un film spagnolo che parla di un paese distrutto da una crisi economica settoriale.

chiusi dentro

chiusi dentro

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, per la prima volta online, parleremo di come ci fa sentire questo clima di chiusura, física e mentale che ci sta avvolgendo sempre di più.

si salvi chi può

si salvi chi può

In questi giorni di DCPM e misure anti COVID, di gente che ci crede e gente che continua a fare domande, in cui tanti accusano gli altri di essere i colpevoli di questa situazione, l’unica cosa chiara che riesco a tratte è che siamo al “si salvi chi può”.