Smettila di martellarti le palle (2018)

01 Jul 22

Questa settimana voglio parlarvi di un’altro libro di un coach, Gary John Bishop, Smettila di martellarti le palle. Esci dalla tua testa ed entra nella vita vera, un invito a capire che i nostri pensieri hanno un importante ruolo creativo, e non solo descrittivo, nella nostra vita.

In questo libro, il coach condivide, con chiunque la voglia leggere, le basi della sua filosofia urbana, la sua personalissima selezione di affermazioni positive, pratiche e non troppo new age,  mirate a rafforzarci, rivitalizzarci, risollevarci e incoraggiarci a prendere attivamente in mano la nostar vita, giorno per giorno:

Affermazioni che possono anche essere poste come domande, per capire se siamo pronti per cambiare, se abbiamo quello che ci serve o se ci manca ancora qualcosa su cui dobbiamo lavorare; o essere ripetute per convincerci, ma in ogni caso risultano propedeutiche per il cambiamento e si costruiscono sulle precedenti:

  • Sono pronto e determinato, che ci apre le porte del cambiamento e può anientare le parti di noi che ci sabottano;
  • sono programmato per vincere, che ci ricorda tutte le cose che abbiamo già raggiunto in passato;
  • ce la posso fare, non è sicuro, non è scontato, non è magico, ma è possibile e dipende da me;
  • accolgo l’incertezza, perchè la certezza non esiste, sperare di averla è illuderci e non è nè realistico nè funzionale;
  • non sono quello che penso, sono quello che faccio, perchè posso pensare, riflettere, capire, comprendere, ma finchè non faccio le cose diversamente non avrò risultati diversi;
  • sono implacabile, perchè succeda quel che succeda non mi arrenderò, mi fermerò, riprenderò le forze e ripartirò;
  • non mi aspetto nulla e accetto tutto, perchè non so mai cos’è meglio per me, perchè ho imparato che a volte le cose più belle sono nate dai problemi e, senza di loro non sarei quello che sono.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È più sicuro cercare nel labirinto che rimanere in una situazione senza formaggio

 

la tazzina di caffè

la tazzina di caffè

Dicono che c’era una volta un gruppo di alunni, affermati nelle loro carriere, che andarono tutti insieme a trovare uno dei loro vecchi professori del liceo. Dopo un pò che erano lì la conversazione si trasformò in una serie di lamentele sullo stress del lavoro e della vita.

Pianeta Verde (1995)

Pianeta Verde (1995)

Questa settimana mia mamma mi ha fatto notare che hanno messo su Netflix uno dei film francesi degli anni 90 che io ho sempre adorato: Pianeta verde, di 1996. Uno di quei film, come La Crisi, di critica sociopolitica che ci fa vedere il nostro mondo da un’altro punto di vista.

Il filo invisibile (2022)

Il filo invisibile (2022)

Questa settimana ho visto un film italiano, molto nuovo e che parla di temi nuovi, come l’omogenitorialità, le famiglie arcobaleno, le madri portatrici, insieme ai temi di sempre, gli adolescenti, i problemi dentro e fuori la famiglia, ecc. Si chiama Il filo invisibile e mi è piaciuto molto.