sirene e balene

Dicono che c’era una volta, qualche tempo fa, sulla vetrina di una palestra, comparve un manifesto che rappresentava una ragazza molto bella, alta e magra, accompagnata dalla scritta “QUEST’ESTATE VUOI ESSERE SIRENA O BALENA?”. Si dice che una donna, di cui non ci è pervenuta la tipologia fisica ha risposto alla domanda in questi termini :

“Egregi signori, le balene sono sempre circondate da amici (delfini, foche, umani curiosi), hanno una vita sessuale molto vivace, ed allevano dei cuccioli che allattano teneramente. Si divertono come pazze coi delfini e si strafogano di gamberetti. Nuotano tutto il giorno e scoprono posti fantastici come la Patagonia, il mar di Barens o le barriere coralline della Polinesia. Cantano benissimo e potrebbero anche registrare dei CD. Sono impressionanti e sono amate, difese ed ammirate da quasi tutti.

Le sirene, invece, mi dispiace essere io a dirvelo, non esistono. Ma, anche se esistessero, farebbero la fila dagli psicologi in preda ad un grave problema di sdoppiamento della personalità (donna o pesce?). Non avrebbero vita sessuale perché ucciderebbero tutti gli uomini che si avvicinano (e del resto come farebbero?). Non potrebbero fare neanche bambini. Sarebbero graziose é vero, ma solitarie e tristi. E del resto chi vorrebbe vicino una ragazza che puzza di pesce?

Non ci sono dubbi, …. io preferisco essere una balena. In questa nostra epoca in cui i media ci mettono in testa che solo le magre sono belle, io preferisco mangiare un gelato coi miei bambini, cenare con un uomo che mi piace, bere un vino rosso coi miei amici.
Noi donne prendiamo peso, perché accumuliamo tanta di quella conoscenza ed emozioni che nella testa non ci stanno più e alla fine si distribuiscono in tutto il corpo. Noi non siamo grasse : siamo vere.
Ogni volta che vedo il mio sedere in uno specchio penso ‘Mio Dio, come sono intelligente! “…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È più sicuro cercare nel labirinto che rimanere in una situazione senza formaggio

 

The social dilemma (2020)

The social dilemma (2020)

In questi giorni molti stanno parlando di questo documentario di Netflix, The social dilemma, che racconta i dietroscena dei servizi di social network “gratuiti”, parlando del loro vero prezzo, anche se non è un pagamento diretto.

come ti senti?

come ti senti?

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, continueremo il nostro percorso per smontare fake news, falsi miti e falsi bisogni, parlando di sentimenti ed emozioni e di cosa li fa scattare, dentro e fuori di noi.

attacco e difesa

attacco e difesa

Di tutte le cose diverse dal solito che ho imparato da quando sono life coach, la cosa che più solleva obiezioni è il fatto che, secondo me, quando una persona dimostra la sua forza lo fa perchè si sente debole, e viceversa.