Sembrava perfetto… e invece (2021)

Questa settimana mi sono guardata su Netflix, Sembrava perfetto… e invece, una commedia romantica un po’ particolare e basata, più o meno, su di una storia vera, della attrice protagonista e sceneggiatrice del film Iliza Shlesinger.

Una giovane, mediamente conosciuta come stand-up comedian e attrice, con un carattere tagliente e autoironico nella vita e nello scenario, conosce in un momento di debolezza i aeroporto un uomo apparentemente perfetto per lei. All’inizio non è convinta ma si lascia conquistare per scoprire che non era come sembrava.

Se non l’avete visto, ve lo consiglio, la storia di per sè è molto tenera ed è facile inmedesimarsi nel personaggio, e nei suoi discorsi e riflessioni  sugli uomini, le donne, la frustrazione, la colpa, i consigli, l’intuito e sui due tipi di atteggiamento possibili, quello infantile che nasconde e manipola e quello adulto che fa di tutto per risolverlo, anche a rischio di sembrare pazzo.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Non puoi evitare che tristezza e paura ti volino attorno; quello che puoi evitare è che si costruiscano un nido nella tua testa.

 

Tu puoi cambiare la tua vita (2018)

Tu puoi cambiare la tua vita (2018)

Anche questa settimana mi sono letta un libro di Emmet Fox, meraviglioso, Tu puoi cambiare la tua vita. Un libro sulla preghiera scientifica come soluzione a tutti problemi della vita, come una forma di chiedere aiuto a qualcuno più potente e più utile.

10 regole per fare innamorare (2012)

10 regole per fare innamorare (2012)

Questa settimana mi sono guardata, sempre su Netflix, un’altra commedia francese sui problemi delle famiglie di oggi giorno, sulle pressioni a cui ci sottopone la società, sempre più esigente soprattutto con le apparenze: Guida alla famiglia perfetta.

il momento giusto

il momento giusto

Dicono che c’era una volta un professore universitario molto amato per la comprensione che dimostrava, non solo della sua materia, ma anche del mondo in cui viviamo, che un giorno vide arrivare tardi in classe uno dei suoi allievi preferiti. Era in ritardo e si vedeva che si sentiva in colpa.