scritto nella sabbia

Dicono che c’era una volta un giovane monaco che ricevete la visita di suo fratello, i due erano cresciuti insieme da piccoli e, anche se si erano allontanati, ancora erano tanto legati, perciò ebbe il permesso per portarlo a fare un viaggio insieme.

Mentre camminavano, ad un certo punto litigarono ed il fratello maggiore diede una sberla al monaco. Lui, senza difendersi, sentendosi offeso ma ricordando gli insegnamenti del monastero, scrisse sulla sabbia “oggi mio fratello mi ha dato una sberla”.

Andando avanti arrivarono all’oasi a cui erano diretti. C’erano le palme el il lago più bello di quel deserto. I due fratelli si tolsero i vestiti e decisero di fare il bagno insieme. L’acqua era deliziosamente fresca e dolce.

 Ad un certo punto ci fu un mulinello d’acqua e il monaco stava quasi per essere inghiottito, quando suo fratello lo salvò rischiando la propria vita senza pensarci due volte. Lo tirò fuori dall’acqua e lo reanimò.  Quando si sentì meglio, ripresero il viaggio verso il monastero e il monaco scrisse su una roccia “mio fratello mi ha salvato la vita”.

Il fratello incuriosito chiese se ci fosse stata una ragione per cui la prima scrita fosse stata fatta sulla sabbia e la seconda su una roccia e il monaco rispose:

Sono gli insegnamenti del mio maestro, quando qualcuno ti offenda scrivi sulla sabbia quel che hanno fatto e lascia che il vento dell’ublio e del perdono cancellino il ricordo e portino via il dolore, quando qualcuno fa qualcosa di bello per te, scrivilo nella roccia del tuo cuore dove nessun vento potrà cancellarlo.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Sii scettico, ma impara ad ascoltare. Non credere a te stesso e a nessun altro

Don Miguel RuizDon Miguel RuizIl Quinto Accordo

 

Se Dio vuole (2015)

Se Dio vuole (2015)

Ieri mi sono divertita da impazzire con Se Dio vuole con due attori meravigliosi Marco Giallini e Alessandro Gassmann. Un film tanto simpatico quanto realistico sulla chiesa, sulla fede, la fiducia e la speranza.

di regole ed eccezioni

di regole ed eccezioni

Spesso molti confondono il mio ottimismo con ingenuità. Io non sono d’accordo, infatti abbiamo già parlato più volte di quanto il mio concetto di pensiero possitivo (con due esse) sia più che altro un esercizio di realismo ottimista o di ottimismo realistico, come preferite.

per quale Dio lavori?

per quale Dio lavori?

Nelle religioni polteiste ci sono più dei e si può scegliere a quale Dio dirigersi in ogni momento. Nelle religioni monotesite c’è la chiesa che ci racconta la storia di Dio, una storia che è unica, ma ognuno di noi, dopo la personalizza e può farsi un idea di Dio completamente personale.