rumore

Nell’acustica si definisce rumore ogni segnale di disturbo sonoro senza caratteristiche musicali, non per forza associato a sensazioni sgradevoli ma più ad una percezione indistinta e confusa. Nella teoria dell’informazione, invece, rumore è tutto ciò che può compromettere l’efficacia della comunicazione.

In altri ambiti, con un valore più metaforico, si considera rumore tutto quel che può ridurre l’efficacia o anche compromettere il risultato della comunicazione fra un emitente ed un ricettore.

Per noi il rumore è anche qualsiasi elemento che rende più difficile la comunicazione con noi stessi, qualsiasi elemento che impedisce di concentrarsi sui propri pensieri, su quello che vogliamo, come le armi di distrazione di massa di cui abbiamo già parlato.

Ma non solo, anche la radio, la televisione, le notizie, i telefilm, e persino la musica, se li usiamo per distrarci e per riempire il nostro tempo senza pensarci più di tanto, sono solo rumore.

Se li usiamo per studiare, per imparare, per approfondire delle informazioni utili, ecc. allora è diverso. Perchè in fondo sono solo degli strumenti, ed è come li usiamo che li rende funzionali o deleteri.

Se ci portano lontano dalla nostra vita, a pensare a cose completamente fuori dalla nsotra responsabilità e ci trattengono lontano dal qui e ora, dall’unico tempo e dall’unico spazio in cui possiamo agire… potremmo risolvere il problema con delle dosi di silenzio.

Riducendo quel che ascoltiamo, quel che pensiamo e quel che diciamo a noi stessi e agli altri.

Vi va di provare?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Aver bisogno di essere approvato è come dire: vale più il tuo concetto su di me dell'opinione che ho di me stesso.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Modelli di famiglia (2001)

Modelli di famiglia (2001)

Questa settimana, ho letto di nuovo un libro di Giorgio Nardone, Modelli di famiglia, un libro meraviglioso sui rapporti all’interno delle famiglie e sui loro sviluppo e come condiziona la vita di ogni uomo, di ogni donna, dei genitori, e dei figli, sia all’interno della famiglia che all’esterno nei rapporti con gli altri.

i minatori

i minatori

Dicono che c’era una volta un maestro molto amato dai bambini per le sue spiegazioni e per i suoi esempi, spesso preferivano ascoltare le sue storie anche durante la ricreazione, invece di giocare a pallone. Un giorno i bimbi parlavano di potere e gli chiesero chi erano le persone più potenti in assoluto.

Basta dirlo (2021)

Basta dirlo (2021)

Anche questa settimana, ho letto un libro di Wayne Dyer,  questa volta è stato un libro di cui avevo visto un documentario perchè hanno fatto anche il DVD: Il cambiamento. Dall’ambizione al senso della vita. Viaggio spirituale alla ricerca dello scopo dell’esistenza.