Rocky (1976)

Questa settimana, mentre leggevo Solo business felici, in uno degli “consigli” parlava di essere come Rocky, come esempio di concentrazione e perseveranza, perciò oggi ho pensato di parlare di questo film cult, con Sylvester Stallone.

Il film lo conoscete tutti, parla di un pugile che si accontenta di quel poco che riesce a fare, di sopravvivere, fra malavita e altri problemi, senza mai perdere la speranza di sfondare un giorno, fino a quando ha la sua opportunità.

Quello che forse non sapete, io quando l’ho scoperto ho cambiato completamente idea su Stallone, é la storia di com’è stato scritto e portato al grande schermo… che è un esempio, ancora più valido perchè reale, di speranza, perseveranza e talento.

In poche parole, Stallone non riusciva a fare l’attore ed era in grave difficoltà economica, perse sua moglie e arrivò persino a vendere il suo cane per pagare cibo e acqua. Ma poi, una sera, vedendo un incontro di pugilato, quello tra Muhammad Alì e Wepner, che anche se incassava durissimi colpi da Alì, rimaneva in piedi e continuava a lottare. Da quel match Stallone prese ispirazione per scrivere una storia e per 3 giorni scrisse ininterrottamente lo script del film.

E poi trovò i produttori, ma non accettò di vendere lo script fino a quando non accettarono che fosse anche io protagonista. Il resto della sua storia la conoscete.

L’avete visto? Ve lo ricordate? Secondo me si lascia rivedere…

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Tu non sei solo la persona che in precedenza hai deciso di essere, ma quella che scegli di essere oggi.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

I lunedì al sole (2002)

I lunedì al sole (2002)

Questa settimana, in questo clima di desunione che sembra stia toccando picchi molto forti, mi sono guardata I lunedì al sole, un film spagnolo che parla di un paese distrutto da una crisi economica settoriale.

chiusi dentro

chiusi dentro

La settimana prossima, all’incontro di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, per la prima volta online, parleremo di come ci fa sentire questo clima di chiusura, física e mentale che ci sta avvolgendo sempre di più.

si salvi chi può

si salvi chi può

In questi giorni di DCPM e misure anti COVID, di gente che ci crede e gente che continua a fare domande, in cui tanti accusano gli altri di essere i colpevoli di questa situazione, l’unica cosa chiara che riesco a tratte è che siamo al “si salvi chi può”.

Difficile

Difficile

Dicono che c’era una volta una donna molto saggia. Tutti quelli che la conoscevano andavano a chiederle consiglio e non c’era nulla che non potesse risolvere con i suoi metodi. Una volta arrivò una donna molto giovane che chiedeva aiuto perchè la sua vita era troppo difficile.