ritorno al negozio della verità

Dicono che c’era una volta un uomo molto confuso, viveva in un mondo che cambiava in fretta e arrivò un momento in cui stava diventando impossibile capire qual’era la verità, tra le esagerazioni, le bugie, e le mezze verità che venivano raccontate da tutte le parti per manipolare le persone.

Un giorno, parlando dei suoi dubbi con un amico si ricordò che, quando era giovane era stato nel negozio della verità. Ricordava poco di quella visita. L’aveva rimosso. Ricordava solo che il prezzo gli era sembrato troppo alto ma, in un mondo sempre più difficile da capire pensò di ritornarci a vedere.

Il posto era cambiato, attorno c’erano tanti altri negozzi molto lussuosi. Ma riconobbe la vetrina ed entrò.
    – Bentornato signore, ci ha ripensato? – disse la commessa e fu come se il tempo non fosse passato – vuole la verità totale?
    – La verità totale, ovviamente! – disse chiedendosi come potesse quella donna essere ancora la stessa e ricordarsi di lui – di verità parziali ne ho accumulate fin troppe nella mia vita. Non voglio più nessuna razionalizzazione, niente falsità per me, nessuna difesa.

– Si ricorda il prezzo, signore, – disse – É sicuro di volerla?
    – Non ricordo ma, sono disperato – rispose l’uomo, – ho bisogno della verità totale a tutti i costi.
    – La verità totale richiede la rinuncia ad ogni giudizio, ad ogni conoscenza previa e ad ogni pretesa di sicurezza.

L’uomo la guardò ricordando, cercando di valutare il rapporto costo-beneficio dell’offerta. E ricordò con grande tristezza perchè aveva lasciato perdere la prima volta. Non poteva abbandonare  tutto, doveva andarsene anche questa volta. Ma quando stava per uscire quando la commessa sorridente lo fermò e gli disse:
    – La buona notizia è che non deve decidere subito, ogni volta che sarà disposto a pagare il prezzo, la grande verità sarà a sua disposizione per il tempo che vorrà pagare.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pensa agli altri, ci dice la società. Ama il prossimo tuo, esorta la Chiesa. A quanto pare, nessuno si ricorda mai del "come te stesso". Se è vero che vuoi conseguire la felicità nel presente, proprio questo, invece, dovrai imparare a fare: amare te stesso.

Dr. Wayne W. DyerDr. Wayne W. DyerLe tue zone erronee

 

Il talento del calabrone (2020)

Il talento del calabrone (2020)

Questa settimana, mi sono guardata Il talento del calabrone, su primevideo, con Sergio Castellitto, Lorenzo Richelmy, e Anna Foglietta. Una storia un po’ all’americana, ho letto da qualche parte, molto avvincente e con finale a sorpresa.

due piedi

due piedi

La settimana prossima, all'incontro di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, ancora una volta online, il tema sarà la dualità e come gestirla, perchè ci hanno sempre insegnato che dobbiamo fare delle scelte ma a spesso è pìu funzionale trovare...

piccole distrazioni

piccole distrazioni

Da inizio settembre mi sono messa a dieta, sono andata da Manuel Turolla, l’autore del libro Il metabolismo intelligente di cui vi avevo parlato. Tra le altre cose, ho smesso di bere cocacola, anche se era zero e di mangiare qualsiasi cosa tra i pasti.