riempire la vita

20 May 20

Ci sono persone che passano tutta la loro vita ad aspettare un momento migliore, altri a lavorare sodo per ottenere qualcosa e altre perdono tempo a lamentarsi e a indignarsi. Molti vivono per inerzia e pochi si accorgono di poter scegliere.

La maggior parte di loro vive aspettando qualcosa di grande, che valga tutta la sofferenza, i sacrifici e le attese. Credono che esistano momenti più importanti di altri. Io non credo sia proprio così.

Ho avuto dei bellissimi momenti nella mia vita, mi sono sposata in un isoletta di un centinaio di metri quadri nell’arcipelago de Los Roques in Venezuela, con un vestito fatto da me e a piedi nudi sulla spiaggia. Le foto sono bellissime ma sono solo quello, foto. La vacanza è durata quel che è durata e anche il matrimonio è finito. Alla fine sono stati dei minuti bellissimi ma sono stati solo quello, dei minuti, effimeri come tutti gli altri, che si sono persi nella somma di minuti vissuti.

Ho anche lavorato sodo e mi sono sacrificata per soldi, per un riconoscimento, per aziende che mi pagavano solo con denaro. E finito il lavoro non mi hanno lasciato nulla. Nemmeno i bei ricordi.

Da quando l’ho capito mi sto allenando per riempire tutto il mio tempo, ogni minuto, ogni istante, di amore, di accettazione e di pensieri possitivi. E i conti iniziano a tornare.

Perciò oggi invito noi tutti a non lasciarci più prendere la mano dall’inerzia e dalla routine, a non sacrificare l’oggi per un domani che potrebbe non essere in grado di ripagarci, e a scegliere di vivere una vita che valga la pena, ogni momento. Iniziando dai pensieri e poi tutto il resto.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Quarto accordo: Fai sempre del tuo meglio. Non dovete giudicarvi, sentirvi in colpa o punirvi se non riuscite a mantenere questi accordi. Se fate del vostro meglio, vi sentirete bene.

Don Miguel RuizDon Miguel RuizI Quattro Accordi

 

Aspettando i soccorsi

Aspettando i soccorsi

Dicono che c’era una volta una miniera in cui ci fu un crollo che lasciò isolati sei minatori che lavoravano in una galleria molto profonda estraendo minerali dalle viscere della Terra. L’uscita del tunnel era sigillata. Si guardarono l’un l’altro in silenzio, valutando la situazione.

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Fake news: sicuri che sia falso? (2018)

Quando mi chiedono perchè parlo di plandemia e rispondo che non mi convince la narrativa, è dovuto anche a che ho letto libri come questo Fake news: sicuri che sia falso? Gestire disinformazione, false notizie e conoscenza deformata, di Andrea Fontana, che mi hanno insegnato a vedere in maniera diversa le notizie.

Encanto (2021)

Encanto (2021)

Per la settimana del mio compleanno voglio parlarvi dell’ultimo film Disney che ho visto, Encanto, un film ambientato nella bellissima Colombia, che parla di una famiglia speciale e magica, in cui ogni membro riceve un dono all’età di cinque anni, tranne Mirabel, che non ha avuto quella fortuna.