respira

Non credo ci sia niente così sottovalutato come il respiro. Forse non può risolvere i problemi ma può metterci in condizioni di farlo. Qualche anno fa, un mio caro amico e spiritual coach, Nicola Alagna, mi cambiò la vita con una sola parola, ripetuta più volte al giorno: respira!

Respirare, sembra banale, vero? normalmente, il primo pensiero, quando qualcuno ci dice di respirare è “ma io sto respirando”, ed è vero, ma spesso lo diamo per scontato, lo facciamo senza pensare, senza metterci tutta la nostra attenzione.

È anche vero che in momenti estremi, di crisi o di difficoltà, tutti  sappiamo che dobbiamo fare un bel respiro profondo. Secondo me sarebbe utile ricordarlo più spesso. 

Portare l’attenzione sul nostro respiro più spesso che possiamo è una risorsa facile da usare e completamente gratuita per poter riprendere il controllo, per tornare nel qui e ora e per creare il sano distacco delle nostre emozioni.

Portare l’attenzione sul nostro respiro può aiutarci a creare una specie di bolla attorno a noi, lasciando fuori tutti gli stimoli esterni ed interni,per darci il tempo di allontanarci dai problemi per poter vederli più piccoli e affrontabili.

 L’ansia, la frustrazione, la paura, non spariscono semplicemente per concentrarci sul respiro, ma possiamo distanziarci per vederle meglio. Queste emozioni sono delle trappole che si autoalimentano e questo è il modo più semplice per rompere questo circolo vizioso.

Che ne dite? Proviamo? Vi va?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Una risposta non merita mai un inchino: per quanto intelligente e giusta ci possa sembrare, non dobbiamo mai inchinarci a una risposta.

Jostein GaarderJostein GaarderC'è nessuno?

 

Il talento del calabrone (2020)

Il talento del calabrone (2020)

Questa settimana, mi sono guardata Il talento del calabrone, su primevideo, con Sergio Castellitto, Lorenzo Richelmy, e Anna Foglietta. Una storia un po’ all’americana, ho letto da qualche parte, molto avvincente e con finale a sorpresa.

due piedi

due piedi

La settimana prossima, all'incontro di facciamo pace, laboratorio di inmunosuficienza psicologica, ancora una volta online, il tema sarà la dualità e come gestirla, perchè ci hanno sempre insegnato che dobbiamo fare delle scelte ma a spesso è pìu funzionale trovare...

piccole distrazioni

piccole distrazioni

Da inizio settembre mi sono messa a dieta, sono andata da Manuel Turolla, l’autore del libro Il metabolismo intelligente di cui vi avevo parlato. Tra le altre cose, ho smesso di bere cocacola, anche se era zero e di mangiare qualsiasi cosa tra i pasti.